latte materno
Guide e Consigli

Latte materno, come produrne di più?

latte materno

Una delle maggiori preoccupazioni delle neomamme è quella di non avere sufficiente latte materno per poter sfamare il proprio bebè e, di conseguenza, il timore che il proprio bimbo non mangi abbastanza. Ad ogni modo, spesso e volentieri tali patemi si dimostrano totalmente infondati, visto e considerato che la Natura è sufficientemente saggia da pensare a tutto. Alcune volte, invece, è necessario adottare alcuni piccoli accorgimenti che possono garantire alla madre le giuste quantità di latte per sfamare il proprio bimbo o… i propri bimbi nell’ipotesi in cui il parto sia stato gemellare.

Leggi anche: La giusta alimentazione in allattamento, cosa mangiare?

allattamento-seno-1

In primo luogo, tenete conto che è proprio il bimbo a stimolare la produzione del latte materno attraverso le sue poppate: la prima cosa che dovrete avere a cura sarà che la suzione del bimbo sia corretta e frequente, facendo in modo che la bocca del neonato sia bene aperta, con labbra e gengive a premere sull’areola della mamma, e lingua subito sotto. Pertanto, non è corretto che il bimbo succhi solamente il capezzolo: cercate di correggere il suo movimento o, ove non possibile in autonomia, rivolgersi a un’ostetrica esperta per avere il giusto supporto.

Ancora, tenete in considerazione che ogni bambino ha le sue “regole”. Pertanto, non vivete nell’illusione di poter imporre gli orari delle poppate. Sebbene occorra prestare un po’ di attenzione sul numero di volte che il bimbo richiede da mangiare, è possibile che spesso il bimbo pianga proprio perché ha fame, e lo faccia proprio nel momento più inaspettato. Cercate dunque di seguire i suoi ritmi e, ove questi siano particolarmente bizzarri, informare il pediatra.

allattamento-al-seno

Stabilito quanto precede, cercate di ricordare che per poter produrre le giuste quantità di latte occorre essere sufficientemente idratate, bevendo fino al 30% in più del normale fabbisogno. Cercate pertanto di accontentare il vostro corpo bevendo acqua, infusi, tisane, e tenendo alla lontana birra e altre sostanze alcoliche.

Leggi anche: Allattamento materno, c’è ancora tanto da fare

Un altro consiglio particolarmente caro è quello di riposare e allontanare qualsiasi forma di stress, che potrebbe danneggiare la montata lattea. In caso di dubbi o perplessità, rivolgetevi sempre prontamente al vostro medico e al pediatra, trovando insieme la migliore soluzione per qualsiasi problema che possa essere determinato dalle prime fasi – o da quelle successive – dell’allattamento.

Detto ciò, godetevi il momento dell’allattamento: un momento unico e indimenticabile, da condividere solo con il vostro bambino, donando lui tutto ciò di cui necessita per una prima e stabile crescita organica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *