madri
Donna

Quello che pensate prima di diventare madri (e non sempre è vero!)

madri

Prima di diventare madri si hanno delle convinzioni particolarmente profonde. Convinzioni che immaginiamo siano talmente radicate da non poter essere scalfite dal nulla. Eppure, quando il bebè entra nelle nostre vite, le convinzioni ritenute più invincibili iniziano a incrinarsi, per poi sgretolarsi definitivamente nell’arco di qualche giorno. Non ci credete?

Leggi anche: Acetone nei bambini

In primo luogo, le madri pensano che l’arrivo del bimbo o della bimba costituisca l’interruzione del proprio lavoro. In realtà non sempre è così: se è pur vero che è necessario qualche mese di pausa per potersi dedicare pienamente a ritrovare le proprie forze e, di contro, cercare di dedicare tutte le attenzioni di questo mondo al bimbo, è altrettanto vero che una volta che il bimbo sarà nato vi accorgerete che tornare a lavoro e conciliare la vostra vita con la sua sarà molto meno difficile di quanto immaginiate.

Ancora, molte madri ritengono che il bimbo sia “difficile da portare fuori”. In realtà non è così. Oggi giorno esistono dei dispositivi e degli accessori che vi garantiranno la possibilità di portare con voi il bimbo in qualsiasi momento. Ad ogni modo, è ben probabile che riuscirete a rinforzare i vostri bicipiti: tanto di guadagnato!

colazione-bambini

Ulteriormente, molte madri ritengono di poter provvedere da sole a tutti i bisogni dei propri bimbi. Niente di più sbagliato. Le madri avranno bisogno di aiuto, tanto aiuto. E non sempre riusciranno a trovarlo spontaneamente nel marito, nelle sorelle, nei genitori, nelle amiche: non abbiate dunque paura di domandare un supporto!

Infine, ricordate che affrontare il periodo post-parto è come affrontare un mare in tempesta. Non vogliamo spaventarvi ma… in realtà è tutto molto diverso da come potete pianificare. Le emozioni conseguenti alla nascita del bebè, il rischio di un po’ di stress e di depressione, la fatica continua, il rischio di passare diverse notti insonni di fila, le difficoltà potenziali nell’allattamento, le voci e i pareri che vi arriveranno in continuazione e tanto altro ancora, correranno il rischio di aggravare la vostra situazione.

Leggi anche: Come superare la balbuzie nei bambini

Il tutto, naturalmente, non equivale a dare un giudizio negativo del post-parto, anzi. Nonostante tutte queste difficoltà, e i rischi conseguenti, siamo sicuri che riuscirete a vivere sensazioni irripetibili, ben in grado di controbilanciare (e con gli interessi!) tutti gli aspetti negativi che contraddistinguono i primi mesi di vita del bimbo. Godetevi pertanto ogni istante!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *