tisana-gravidanza2
Guide e Consigli

Tisana digestiva in gravidanza, tutte le avvertenze

tisana-gravidanza2

La tisana digestiva può essere un valido aiuto per risolvere i problemi di pesantezza dopo aver mangiato. Tuttavia, quando si attraversa la lunga fase della gravidanza, è bene cercare di compiere particolare attenzione onde evitare di cadere nelle controindicazioni più “classiche” e cercare dunque di scegliere con consapevolezza se sia il caso o meno di procedere lungo un suo utilizzo.

Leggi anche: Bambini, cosa fare se soffrono di insonnia?

Detto ciò, premesso che l’assunzione di qualsiasi tisana digestiva debba avvenire sotto controllo del proprio medico, tra gli infusi consentiti rientra quello realizzato con foglie di salvia, facilmente ricreabile anche in casa. Naturalmente, anche se la tisana alla salvia può essere utile per poter favorire le secrezioni gastriche, stimolando la digestione, la stessa va utilizzata con particolare moderazione a causa della presenza di chetoni e tujoni, che possono essere tossici per l’organismo se assunti a dosi elevate.

tisana3

Identicamente, e sempre dietro consiglio del vostro medico, potrebbe essere il caso di assumere delle tisane alla menta, che possono contrastare e ridurre la formazione di aria nello stomaco. Limitazioni giornaliere anche per la tisana alla camomilla: in questo caso è sufficiente ridurre il tempo di infusione e il volume giornaliero. Una quantità eccessiva può infatti stimolare le contrazioni.

Leggi anche: La dieta dell’acqua calda e limone, disintossicarsi e dimagrire con semplicità

Ancora, può essere consigliato l’utilizzo di una tisana all’anice, che non presenta per le gestanti delle controindicazioni specifiche. Rimane comunque valido il presupposto che prima della sua assunzione è opportuno il consulto con il proprio medico ginecologico.

Di contro, è lunghissimo l’elenco delle tisane che non dovreste ingerire. Un elenco talmente lungo che dovreste – lo ricordiamo anche in questo caso – consultare il vostro medico al fine di non incappare in sgradite sorprese. Ricordate insomma che una tisana “naturale”, alle erbe, non equivale a una tisana priva di conseguenze nocive!