insonnia_dei_bambini
Domande e risposte

Bambini: cosa fare se soffrono di insonnia?

insonnia_dei_bambini

Le ragioni vanno ricercate nella frenesia dei tempi moderni e anche nell’assunzione di abitudini sbagliate che portano i piccoli a scombussolare il normale ciclo tra veglia e sonno. Ecco alcuni consigli utili per combattere l’insonnia infantile se essa si presenta lieve. Nel caso di disturbi più gravi, ovvero notti insonni e presenza di incubi ricorrenti, è indispensabile rivolgersi ad uno specialista che può ricercare le cause del problema e procedere con una terapia idonea per curare il disturbo nel migliore dei modi.

articolo 4 immagine 1

1- Se i piccoli faticano ad addormentarsi è importante creare un vero e proprio rituale del sonno. Alla sera i pasti devono essere consumati molto presto, massimo alle sette, per permettere al fisico di digerirli e quindi di non andare a letto appesantiti. Due ore prima dell’orario previsto per la nanna è importante addolcire l’ambiente, spegnendo le luci inutili e creando un grado di luminosità soffusa. Anche i rumori devono attutirsi e ogni elemento multimediale superfluo deve essere spento, dal telefono al tablet. Recenti studi hanno evidenziato che la luce bluastra dei dispositivi non aiuta il sonno, anzi, in quanto altera la percezione della luce soprattutto nei bambini e quindi li porta ad addormentarsi con maggiore difficoltà. La televisione può’ rimanere accesa se si guarda un film o un cartone in famiglia, ma a volume basso e con le luci soffuse.

Leggi anche: Dormire con il bambino nel lettone, un impresa quasi impossibile!

2- Il pasto serale deve presentarsi molto leggero e possibilmente caldo. Una buona minestra, una zuppa di verdura e una porzione di verdura sono cibi riposanti che aiutano l’insorgenza del sonno. Un no deciso deve essere detto ai cibi troppo pesanti, ai fritti e alle preparazioni industriali. Questi alimenti, infatti, sono difficili da digerire e possono pregiudicare la digestione dei bambini. Un piccolo dolce può completare la cena, oppure un’oretta prima di dormire si possono consumare dei biscotti con una tisana addolcente, a base di camomilla oppure di erbe calmanti.

articolo 4 immagine 3

3- Per favorire l’insorgenza del sonno è ideale fare un bel bagno caldo, il quale aiuta a sciogliere le tensioni e a rilassare il bambino. Preoccupiamoci di riscaldare appositamente l’ambiente e la vasca da bagno e immergiamo nell’acqua dei sali profumati naturali. Cerchiamo di profumare anche l’ambiente con essenze riposanti come la lavanda e mai energizzanti. Durante il bagnetto aiutiamo il piccolo a rilassarsi lavandolo con una spugnetta e cercando i mantenere toni calmi. In questo modo sia il fisico che la mente si apprestano a rilassarsi ed è più facile che il sonno sopraggiunga.

articolo 4 immagine 4

Cerchiamo, infine, di predisporre una camera da letto accogliente, colorata con tinte tenui e con una biancheria piacevole. Niente colori sgargianti per le lenzuola e per i pigiamini, in quanto potrebbero agitare inutilmente i piccoli. Prepariamo con cura le coperte e rimaniamo con il piccolo fino a che il sonno non insorge. Se ci sono problemi legati alla paura, rassicuriamo i bambini e permettiamolo loro di tenere la luce accesa della lampada, così potranno sentirsi meno soli. Una volta sconfitta l’insonnia questi gesti potranno essere gradualmente limitati e ogni azione diventerà più facile. Nel frattempo, è importante coccolare e far sentire protetti i bambini, in quanto l’insonnia li porta ad innervosirsi e a sentirsi indifesi. Coccole e piccole accortezze possono svoltare la situazione e aiutare i bambini a ritrovare la serenità, riposando in modo benefico e prolungato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *