bagnetto neonato
Bambino

Per il bagnetto dei bimbi meglio niente detergente

bagnetto neonato

Se il vostro bimbo ha pochi giorni di vita, e volete accingervi al meraviglioso momento del bagnetto, ricordate che sarebbe opportuno cercare di evitare di applicare detergenti, shampoo, sapone, oli e che – di contro – sarebbe preferibile utilizzare solo dell’acqua. Con la pelle del neonato estremamente delicata, infatti, qualsiasi agente esterno potrebbe essere particolarmente aggressivo, mostrando potenziali pericoli per la salute del bimbo.

Leggi anche: Igiene pulizia, le regole d’oro per il bagnetto dei bambini

A dimostrare quanto precede è stata una recente ricerca condotta su 90 neonati, ed effettuata dal dipartimento di dermatologica e quello di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Malpighi Sant’Orsola di Bologna. Pubblicato sull’European Journal of Pediatric Dermatology, lo studio è stato effettuato con suddivisione del campione di 90 neonati in due gruppi. Il primo è stato lavato solo con acqua, il secondo con acqua, detergenti delicati e oli. A entrambi i gruppi è poi stata misurata la Tewl, la perdita di acqua tramite la pelle.

“La misurazione della tewl indica il livello di maturità della pelle e le capacità di difendersi dagli agenti aggressivi esterni” – ha dichiarato a corredo dello studio la dottoressa Beatrice Paone, ricercatrice alla clinica dermatologica e autrice dell’esperimento – “Più è bassa la tewl e più la pelle è matura e protetta. Abbiamo scoperto che se la pelle è lasciata a sé, solo sciacquata, perde sempre meno acqua e matura prima“.

bagnetto

Insomma, lo studio conferma che la pelle del neonato – specialmente nei primi giorni di vita – è estremamente delicata, e che l’utilizzo di detergenti potrebbe ritardarne la maturazione e la capacità di difendersi efficacemente da agenti aggressivi esterni. Pertanto, almeno nella prima settimana (meglio, nei primi 10 giorni) di vita, evitare l’utilizzo di sapone, oli e detergenti, preferendo invece il solo lavaggio con acqua.

Leggi anche: Bagnetto post parto del neonato, il video che commuove il web

Naturalmente, superato lo scoglio dei primi giorni, non dovete eccedere liberandovi da qualsiasi freno! Sebbene continuino le ricerche degli studiosi per comprendere quali siano le migliori pratiche da utilizzarsi per il bagnetto del neonato dalla seconda settimana in poi, è consigliabile utilizzare la massima prudenza, ricordando ad esempio come sarebbe sempre buona abitudine evitare tutti i prodotti che contengono profumi e sostanze non troppo naturali.

Per qualsiasi dubbio, non indugiate a contattare il vostro medico di fiducia. Condividendo con lui tutti i timori e i dubbi, riuscirete a garantirvi una migliore serenità e, soprattutto, a evitare sgradite sorprese sulla pelle del vostro bimbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *