papa-shopping
Notizie

Shopping online per il bimbo: i più generosi sono i papà

papa-shopping

Se pensate che l’attività di shopping online per acquistare prodotti per i propri figli sia iniziativa di competenza delle sole mamme, vi sbagliate di grosso! Oggi i papà dimostrano infatti di potersi prendere cura dello shopping baby in maniera più assidua e affezionata di quanto non facciano le proprie partner.

Leggi anche: Papà si fa tatuare con i disegni del bimbo

Una recente ricerca condotta da uno dei principali siti di shopping online avrebbe infatti rivelato che tra mamma e papà è proprio il secondo quello che spende di più per acquistare capi di abbigliamento online destinati ai propri figli. Il merito è anche del loro approccio: mentre quello delle mamme è più razionale e analitico, i papà sembrano essere maggiormente in grado di buttarsi a capofitto nello shopping per i più piccoli, rimanendo stregati dai capi che individuano per le attività del tempo libero e dello sport.

papa-shopping2

Per quanto concerne i prodotti più acquistati sul web dai papà, vincono pertanto i completi sportivi, i costumi da bagno, l’abbigliamento con stampa cartoon, tanti accessori per il tempo libero (marsupi, passeggini, ecc.), e tanto altro ancora. Emerge inoltre come i papà amino ben più delle madri vestirsi in coordinato con i propri figli: e non è certamente un caso che numerose case produttrici di moda abbiamo realizzato molte offerte per vendere uno stato capo d’abbigliamento in due misure diverse (per papà e per il bimbo) a condizioni straordinariamente convenienti.

Leggi anche: Papà creativo realizza un’incredibile fotogallery della sua bimba!

Detto ciò, la ricerca non fa che confermare quanto sappiamo da tempo: i papà sono in grado di raggiungere degli estremi di affetto e di generosità nei confronti dei propri figli che spesso travalicano qualsiasi immaginazione. E anche nello shopping online, la loro tendenza ad acquistare di tutto e di più – portafogli permettendo – sembra spesso avere la meglio rispetto alla sana pianificazione delle spese domestiche. Che ne pensate?

Leggi anche: Gli italiani, il web, il digital marketing e la link building