neopapa
Guide e Consigli

Neopapà, ecco come la mamme possono aiutare i propri partner

neopapa

Anche se la gravidanza è un elemento evolutivo che riguarda soprattutto le neomamme, è bene ricordare che una dolce attesa – seguita dalla nascita del proprio bebè – è un evento particolarmente impattante anche per i neopapà che, da meri “partner” della donna, devono ora trasformarsi in padri, senza dimenticare il congruo ruolo di mariti o compagni. Ma in che modo le donne possono aiutare i neopapà a diventare tali senza particolari stress?

In primo luogo, è bene cercare di rassegnarsi: per quanto si possa storcere il naso, le donne sono più propense al cambio di ruolo (da partner a – anche – mamma). Pertanto, spetta loro farsi parte più proattiva e accompagnare i propri compagni verso una nuova fase della loro vita.

neopapa-2

Leggi anche: Contributi per i neopapà, fino a 500 euro al mese

Il principale segreto per evitare che il padre subisca troppi stress è legato al pieno coinvolgimento. Pertanto, pur senza gravarlo di eccessive tensioni e preoccupazioni, è buona norma informare il compagno di tutte le novità in arrivo, coinvolgendolo altresì in attività che potete benissimo sbrigare da sole (sentirsi chiamato in causa gli permetterà di distrarsi, di iniziare ad abituarsi alle nuove responsabilità e di assumere un ruolo di maggior rilievo). Potete ad esempio chiedergli una mano se dovete prenotare delle visite in ospedale, accompagnarvi dai medici, e così via. In questo modo riuscirete anche ad amplificare la vostra complicità di coppia: mica male, no?

Per quanto ovvio, non coinvolgetelo solamente per le “seccature”. Fate cioè in modo di poter condividere con lui anche degli spazi legati allo shopping per preparare il corredino per il bebè, chiedetegli consigli, domandategli opinioni, e così via. In questo modo al cambiamento del vostro corpo corrisponderà anche il cambiamento dell’atteggiamento del partner, che inizierà a sentirsi, almeno in parte, papà.

neopapa-1

Leggi anche: 10 regole per diventare un buon papà!

Un discorso a parte è legato al momento della nascita. Alcuni padri desiderano assistere al momento della nascita, mentre altri preferiscono stare in disparte, arrivando solo a fatto compiuto. In questo caso è bene chiarire con lui cosa preferisca, senza fare delle colpe e – soprattutto – arrivando a una via di mezzo che possa soddisfare entrambi.

neopapa-4

Una volta che il bimbo è venuto alla luce non dovrete far altro che coinvolgere il papà nella gestione quotidiana del neonato, organizzato le nuove abitudini di ogni giorno in maniera tale che siano condivise. Pertanto, mentre state allattando potete chiedere al papà di riordinare la stanza del bagnetto serale, e così via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *