Suuk-Chishma
Storie di vita

Russia, bambina muore per salvare il fratellino

russi-0

È una storia tristissima quella che arriva da Suuk-Chishma, in Russia, dove la piccola Masha, di soli 6 anni, è morta per salvare il fratello Dima dall’acqua bollente. Una storia di grandissimo affetto tra fratello e sorella che, tuttavia, è costata la vita alla giovanissima eroina, che si è ustionata mentre metteva in salvo Dima.

Leggi anche: Aron, bimba di una settimana salva grazie a un intervento al cuore

Stando alla ricostruzione effettuata dai media locali, i due fratellini stavano giocando quando il più piccolo si è impigliato al filo del bollitore con un piede. La sorella maggiore, senza pensarci due volte, si è gettata per fare da scudo umano e impedire guai gravi al fratello minore.

L’ho vista correre verso di me, soffriva in maniera terribile. Mentre mi prendevo cura di lei continuava a ripetermi di andare a vedere come stava Dima” – ha raccontato alla stampa russa la mamma Tatyana Yantuganova.

Suuk-Chishma

Tatyana racconta poi la disperata corsa in ospedale, effettuata con i mezzi propri, visto che al pronto intervento nessuno rispondeva alle chiamate: “Quando i dottori si sono presi finalmente cura di Masha, che era in condizioni più gravi, mia figlia la vedevo già peggiorata. Le hanno spalmato un unguento e mi hanno detto che avevano finito il loro intervento, ma sapevo che non avevano fatto abbastanza“.

Leggi anche: Bambina di 5 anni fa raccolta fondi per aiutare il fratello malato

Successivamente, una seconda corsa – ancora più disperata – verso un altro ospedale che avrebbe potuto fornire le migliori cure. “I medici hanno detto che aveva ustioni sul 60 per cento del corpo. È morta per la mancanza di primo soccorso. Dima, invece, aveva bruciature sul 40 per cento del corpo ed è riuscito a salvarsi. La mia bambina è stata una piccola eroina, ha fatto un gesto coraggioso, ha sacrificato la sua vita per salvare suo fratello“.