allattamento
Allattamento Bambino

Latte materno: da millenni, un alimento imbattibile!

allattamento

Nonostante le ricerche e gli ingenti investimenti per poter predisporre un latte artificiale che possa replicare gli apporti nutritivi del latte materno, quest’ultimo è un alimento insostituibile e imbattibile. Lo è da millenni e lo sarà, presumibilmente, per sempre, a ulteriore conferma del fatto che la natura sia un macchinario fatalmente perfetto, e che – a suo modo – l’evoluzione ha permesso alle donne di poter donare ai propri bebè una sostanza d’eccezione, talmente impossibile da replicare che perfino sulle confezioni del latte artificiale si trova oggi scritto che allattare al seno rimane il sistema ideale di nutrizione del proprio bambino.

Non è d’altronde un caso che da tempo UNICEF e OMS ripetano costantemente che l’allattamento al seno non solo è utile a ogni neonato, ma costituisce altresì un diritto fondamentale di ogni bambino (e, di contro, è un diritto delle mamme quello di essere sostenute nella realizzazione dell’allattamento).

Leggi anche: Quale è il miglior latte artificiale per neonati?

Proprio per questi motivi dal 1992 è in vigore una interessante iniziativa denominata “Ospedale amici dei bambini”, una certificazione per ottenere la quale un ospedale deve rispettare una serie di principi e di criteri volti proprio a promuovere l’allattamento. E così, da oltre 22 anni, la prima settimana di ottobre viene dedicata a celebrare l’allattamento al seno, affinchè alcuni cambiamenti comportamenti in vigore negli ultimi tempi, prendano finalmente fine.

latte-materno-02

Alcune ricerche hanno infatti sottolineato come nel nuovo millennio (e, ancor prima, negli anni ’90), molte madri si siano fatte prendere la mano da scelte di autonomia personale, dimenticando proprio che l’allattamento al seno è un diritto – dovere: quello di fornire al proprio neonato il meglio dell’alimentazione globale che, scherzo del destino, si trova proprio nel corpo della madre.

Leggi anche: Latte materno scarso, cosa fare?

Molte madri – e, in questo caso, alcuni medici sono bonariamente complici – si sono infatti fatte sedurre da un latte artificiale, originariamente nato solo per sopperire ai casi in cui la madre non “avesse” latte, e nelle ipotesi in cui la madre fosse in condizioni tali da non poter allattare (sieropositiva, in terapia antitumorale, e così via). Fatte salve le eccezioni di cui sopra, il ricorso al latte naturale deve essere una scelta prioritaria ed esclusiva.

latte-materno-01

Proprio per questo motivo nelle prossime settimane torneremo sull’argomento e, nella prima settimana di ottobre, parteciperemo alle campagne di sensibilizzazione sul tema. Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *