allattamento
Guide e Consigli

Latte materno scarso: cosa fare?

allattamento

L’allattamento crea una connessione indissolubile tra la mamma ed il neonato ma è anche un mezzo importante per far crescere il bambino in maniera sana ed equilibrata. Per tale ragione è sempre consigliato procedere con l’allattamento al seno.

Purtroppo non tutte le donne hanno la fortuna di produrre latte in abbondanza e questo può essere un problema quando si arriva al momento in cui bisogna decidere come agire per offrire al piccolo il migliore nutrimento possibile. Cosa bisogna fare se il latte materno è scarso? Cerchiamo di capirlo insieme in questo articolo.

Latte materno scarso: perché accade?

latte-materno

Le cause più comuni di una bassa produzione di latte materno sono il parto prematuro, la separazione della madre dal figlio, la dimensione piccola del seno o la presenza di patologie specifiche che possono colpire la mamma o il bambino. Se la produzione di latte è scarsa non è sufficiente a fornire la corretta nutrizione al neonato e, nella maggior parte dei casi, si arriva all’abbandono dell’allattamento al seno in favore di soluzioni alternative.

Per capire se avete poco latte vi basta fare un piccolo calcolo: se il vostro latte è sufficiente ad offrire al bimbo circa 8-12 pasti al giorno potete stare tranquille. Se le quantità sono inferiori a tale soglia sarebbe meglio consultare il proprio medico per capire se c’è qualcosa che non va.

Come fare per produrre maggiori quantità di latte materno?

bebe_allattamento_biberon_0

Il latte materno viene prodotto grazie al rilascio di un ormone specifico, chiamato Prolattina. La produzione viene stimolata dalla suzione del bambino che si attacca al seno per mangiare. E’ proprio questo stimolo a comunicare al corpo che bisogna produrre più latte.

Il modo migliore per aumentare la produzione di latte è quello di assecondare il bambino quando vuole attaccarsi al seno, anche se il piccolo vuole mangiare molto spesso. Non preoccupatevi: più il bambino starà attaccato al seno, maggiore sarà la produzione di Prolattina e, di conseguenza, di latte materno.

allattamento_neonato-480

Se il neonato è pigro e sembra non voler mangiare molto, cercate di stimolarlo il più possibile ad attaccarsi al seno. Nel caso il pediatra vi abbia consigliato di integrare il latte materno con degli alimenti artificiali, cercate di nutrire il piccolo senza tettarelle e succhiotti, per evitare che si abitui troppo a questi dispositivi, rigettando poi il seno della mamma.

Ci sono degli alimenti che aiutano ad aumentare la produzione di latte materno perché contengono Prolattina e Ossitocina.

Questi alimenti sono detti anche Galattogoghi proprio perché stimolano il corpo della donna alla lattazione. Quali sono? Asparagi, carote, fagiolini, piselli, barbabietole, patate dolci, finocchio, prezzemolo, farina d’avena, fieno greco, borragine, albicocche, luppolo, verbena e noce pecan.

Altri rimedi naturali che stimolano la secrezione lattea sono gli infusi o le pastiglie di Galega, un’erba impiegata da secoli nelle puerpere per aumentare la produzione di latte. In caso di necessità il pediatra può anche somministrare dei farmaci galattagoghi, da assumere sotto stretto controllo medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *