cop
Famiglia

“Io raccomandata?”. Iginio Massari, l’uomo più “dolce” della tv lancia la figlia nel suo programma. Ma lei non batte ciglio, anzi: ecco come risponde alle accuse

 

È da tutti riconosciuto come il numero uno della pasticceria italiana. Bresciano, Iginio Massari cresce tra i fornelli del­la mamma cuoca, a 16 anni emigra in Svizzera per far gavetta a Budrye, nel laboratorio di cioccolateria di Claude Gerber. Rientrato in Italia trova lavoro alla Bauli dove perfeziona la conoscenza dei lievitati. Nel 1971 apre la Pasticceria Veneto a Brescia che presto diventa un tempio della pasticceria mondiale. Regista e anima della scuola Cast Alimenti, da cui sono passate generazioni di pasticceri che hanno vinto complessivamente 17 titoli mondiali. Presenze televisive e libri ne hanno fatto “The Sweeet­ man”, l’icona dei cuochi “dolci”. E adesso è pronto a una grande nuova avventura che però ha un sapore davvero speciale. Infatti, con lui porterà sullo schermo un pezzo di famiglia. “Figlia di? Siamo tutti figli di. Io, a differenza degli altri, non ho margini di errore”. Debora Massari è accanto al padre per le dieci puntate di Iginio Massari The Sweetman Celebrities (in onda dal 21 aprile alle ore 19.10 su Sky Uno HD con un doppio episodio prodotto da Level 33 e AB Normal). E no, non si sente una raccomandata. (Continua dopo la foto)

dentro2“Con lui è più difficile condividere il laboratorio che la tv – scherza Debora, che è anche manager della nuova pasticceria Massari di Milano nella sede di Banca Intesa – Certo, non mi aspettavo di fare televisione, ma la cosa mi ha divertito. E da autrice del dietro le quinte sono passata al piccolo schermo”. Spiegherà le note tecniche dei prodotti. “Mio padre mi ha sempre insegnato che il difficile non sta nel fare un dolce, ma nel capire l’errore. Ecco, io in trasmissione spiegherò il perché di ciò che accade in pasticceria”. (Continua dopo le foto)

dentro1dentroùCon loro sono previsti anche degli ospiti: da Mara Maionchi a Diletta Leotta, da Pupo a Omar Pedrini. Ognuno chiederà a Massari di riprodurre il proprio dolce preferito, raccontando aneddoti e storie personali. “In trasmissione, mi sono divertito – racconta Massari – Con la Maionchi, è stata una risata dopo altra. Pupo un professionista, Ero sul chi va là con Giuseppe Cruciani, e invece è andata bene”. Lavorare con la figlia come è stato? “Ogni genitore se ha figli accanto dà stimoli per migliorarsi. E la vita si migliora solo se si hanno degli stimoli”.