corredino neonato
Bambino

Come scegliere il giusto corredino per il neonato!

corredino neonato

L’arrivo di un neonato è un evento atteso nove mesi, in grado di rivoluzionare la vita dei genitori, degli amici, dei parenti. Considerato che la gravidanza è un momento particolarmente esteso nella vita della donna, perchè non approfittare dei mesi di dolce attesa per preparare il giusto corredino al proprio bebè? Ecco, di seguito, qualche utile consiglio per cercare di comprare le giuste cose, alle giuste condizioni.

Molto dipende da quando nasce!

In primo luogo, cercate di prevedere quando sarà la nascita del vostro bimbo. Non è necessario cercare di spaccare l’ora e il minuto: sarà sufficiente avere la consapevolezza del mese e della stagione e, soprattutto, del tipo di clima che troverà in quel periodo (la primavera al Sud Italia è naturalmente molto diversa della primavera nella zona delle Alpi).

corredino-2

Leggi anche: Per il bagnetto dei bimbi meglio niente detergente

In linea di massima, se il bimbo nasce in autunno rigido o in inverno, è meglio cercare di prendere tessuti non aggressivi per la cute, ma in grado di proteggere il bimbo dalle temperature più fredde. Potete ad esempio acquisire capi d’abbigliamento in ciniglia di cotone, un tessuto naturale e traspirante, che tiene il caldo ma senza creare l’effetto di una cappa. Evitate le ciniglie sintetiche o con alte percentuali di poliestere.

corredino-3

Se invece nasce in estate, via libera con convinzione al cotone 100% o al lino 100%, o al misto lino / cotone. Evitate tutti i tessuti che hanno poliestere e fibre sintetiche. In particolare, se il bimbo nasce a inizio o fine estate, potete optare anche per qualche ricambio di cotone un pò più pesante, che possa metterlo al riparo da eventuali giorni un pò più freschi.

Leggi anche: Come trasformare il letto di vostro figlio in un mondo di magia

Se invece il vostro bimbo nasce in autunno tiepido o in primavera, l’unica cosa da fare sarà un bel mix tra le due tipologie suddette. In questo modo, a seconda dei giorni, potrete attrezzare l’abbigliamento del vostro bimbo nel migliore e più accorto dei modi.

corredino-4

Cosa fare quando lo si porta fuori?

Quando portate fuori il bimbo (attenzione alle esposizioni, soprattutto nelle primissime fasi di vita!) fate in modo di evitare di coprire eccessivamente i bambini. Il rischio del surriscaldamento corporeo, della sudata e del colpo di freddo è infatti dietro l’angolo. Meglio invece vestirli a strati (come delle piccole cipolle!), in maniera tale da poter essere facilmente alleggeriti o appesantiti a seconda delle necessità.

corredino-5

Quale taglia scegliere?

Un altro dei dilemmi principali delle madri e dei padri è la scelta della taglia. In linea di massima fin dall’ecografia è possibile ottenere qualche informazione sulla grande del bebè. Il tutto, considerando che mediamente un bimbo alla nascita misura dai 47 ai 50 centimetri, e pesa tra i 2,8 e i 3,2 kg. Se il bimbo è più piccolo potete optare per una taglia 00, in grado di vestire fino ai 47 centimetri. Se cresce più grande dei 50 centimetri potete passare alla taglia dei 3 mesi. Salvo tali eccezioni, per i bimbi appena nati la taglia su cui orientarsi è quella di 0-1 mese.

Ancora, per quanto attiene la tipologia di abbigliamento, nei primissimi mesi è ben optare per una tutina intera, o il 2 pezzi con la salopette, poichè sarà in grado di garantire una migliore vestibilità e non vi saranno rischi che il bimbo scopra la schiena (o che i pantaloni cadono). Dal secondo mese in poi si potrà alternare tutina e 2 pezzi.

corredino-6

Quanti ricambi servono?

Cercate di comprendere che il bimbo necessita di essere cambiato almeno 1-2 volte al giorno. È tuttavia possibile che in certi periodi possa essere cambiato anche 5-6 volte al giorno, valutato che potrebbe sporcarsi con i rigurgiti o con gli escrementi. Il tutto ricordato al solo scopo di invitarvi ad avere un corredino il più ampio possibile, con almeno 15 tutine che possano fungere da corrente ricambio, senza avere l’incubo di ricorrere continuamente alla lavatrice.

Dove comprare i migliori prodotti per il bimbo?

Infine, un consiglio. Evitate di acquistare prodotti di scarsa qualità, la cui provenienza e i cui materiali utilizzati non siano particolarmente trasparenti e chiari, non solo nelle etichette. Fate magari in modo di rivolgervi a negozi specializzati per l’infanzia, dove potrete trovare anche qualche ghiotta occasione, insieme all’immancabile e all’irrinunciabile consulenza che potrà esservi prestata dalle impiegate della struttura.

Fate dunque in modo di scegliere solo il meglio per il vostro bimbo e, magari, cercate di attrezzarvi adeguatamente nei mesi che precedono la nascita attraverso qualche ottima opportunità di saldo: la tempestività, anche nel commercio destinato ai bebè, spesso è tutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *