feto
Video

Come si sviluppa una vita?

feto

Alexander Tsarias ha realizzato un progetto sull’origine della vita fino al momento della nascita. Presentato al TED, il filmato predisposto dallo scienziato (che lavora per il Dipartimento di visualizzazione scientifica di medicina dell’Università di Yale) è davvero sensazionale.

Leggi anche: Mamme e figlie, stesso amore, stesso tatuaggio

Il filmato non è recentissimo, ma vale comunque la pena di darci una profonda occhiata. Presentato alla INK Conference del 2010, in India (conferenza annuale che si propone di favorire l’innovazione e la conoscenza attraverso la riunione di alcuni dei pensatori più affascinanti del globo), attraverso il filmato Tsarias ha voluto dimostrare alcuni aspetti che aveva appreso durante alcune ricerche per la Nasa.

tsaria

Ha così scoperto e documentato che il collagene – elemento essenziale del corpo umano – è una proteina cha una forma di corda avvitata su se stessa, o ancora che l’unico luogo in cui il collagene varia la propri a struttura è l’occhio, dove diventa trasparente. Ispirato da tali osservazioni, lo scienziato ha scelto di predisporre un nuovo progetto sullo sviluppo del feto, dal concepimento alla nascita.

Intitolato – appunto – “Dal concepimento alla nascita“, il filmato attraverso immagini dettagliate e animazioni uniche, mostra il percorso che porta alla nascita di un bimbo, dal momento in cui lo spermatozoo insemina un ovulo, fino al parto vaginale. Un filmato che segue la nascita della vita passo per passo, in un viaggio naturalmente fantastico, che parte da due semplice cellule che, pian piano, danno vita al complessissimo essere umano.

Quello che colpisce tutti, e Tsarias per primo, è che ogni cellula “sa cosa fare”. E pertanto, ogni cellula vada al suo posto, senza che vi siano ancora perfette spiegazioni su come accada.

Leggi anche: Mamma partorisce bimbo down, farà il modello come me

Insomma, un filmato eccezionale che non possiamo che consigliarvi di guardare con particolare attenzione. Fateci sapere cosa ne pensate!

Ecco il video!