gravidanza
Gravidanza

Stanchezza in gravidanza: perché compare, e come conviverci!

gravidanza

La stanchezza in gravidanza è certamente uno dei sintomi più diffusi della dolce attesa. Compare soprattutto nel primo trimestre, e rappresenta uno dei primi segnali caratteristici dell’avventura che per 9 mesi (circa!) la donna in attesa di un bebè vivrà con particolare coinvolgimento, avvertendo alternate spossatezze, derivanti principalmente da una serie di fattori contingenti.

Leggi anche: L’inquinamento incide sulla gravidanza, ecco come!

In relazione, Stefano Bianchi, primario di ostetricia e ginecologica dell’Ospedale San Giuseppe di Milano, osservava qualche tempo fa che di norma si attribuisce il senso di stanchezza in gravidanza “al modificato clima ormonale della gravidanza, in particolare all’aumento dei livelli di beta hCG e progesterone” ma come in realtà non vi sia alcuna dimostrazione scientifica di questa correlazione.

Ma perché, allora, ci si sente stanchi? “E’ probabile che certi disturbi, come la nausea e la stanchezza, siano dei meccanismi di difesa atavici, che l’organismo delle prime mamme della nostra specie ha messo in atto per proteggere l’embrione dai rischi che cibi non commestibili o fatiche intense potevano comportare” – dichiara il professore, per poi ricordare come – “Certo, ai giorni nostri cibi non commestibili sulle nostre tavole non ne arrivano più e le donne incinte si tengono ben alla larga dai lavori pesanti, ma l’istinto di rifiutare certi alimenti o di riposarsi di più è arrivato fino a noi”.

biochetasi-gravidanza-586x390

In aggiunta a tale fattore, è possibile ricordare anche come all’inizio della gravidanza il cuore della donna si metta in funzione per “lavorare per due”, e pertanto si ha un aumento della vasodilatazione che fa abbassare la pressione, mentre i livelli di zuccheri nel sangue si riducono, soprattutto a digiuno.

In ulteriore integrazione, è bene ricordare come in gravidanza la donna subisca un incremento del fabbisogno di ferro, e che interviene altresì un fattore psicologico: l’ondata di novità in corso di arrivo ha un impatto davvero “frontale” per la donna, che non potrà che vivere un periodo di maggiore spossatezza proprio legato alla necessità di dover fronteggiare questi cambiamenti.

Come affrontare la stanchezza in gravidanza?

Ecco di seguito alcuni utili consigli per affrontare al meglio la stanchezza in gravidanza.

  • Riposo: il riposo è il rimedio più efficace. Prendetevi quindi il giusto tempo: non è necessario sdraiarsi ad ogni occasione, è necessario un comodo divano o una buona sedia sulla quale riprendere fiato. Al lavoro, staccate ogni tanto dal pc!

nausea in gravidanza

  • Meno impegni: cercate di ridurre la frequenza degli impegni, coinvolgendo il compagno / marito / familiare per eventuali impegni onerosi e gravosi come il fare la spesa.
  • Pasti leggeri: è possibile che la gravidanza possa togliere un po’ di appetito in alcune sue fasi. Cercate di mangiare sempre, magari preferendo pasti leggeri più frequenti a pochi pasti pesanti e nauseanti.
  • Integratori: non sottovalutate la possibilità di assumere opportuni integratori, sotto consiglio medico. Generalmente uno dei più diffusi riguarda il ferro.
  • Evitare luoghi caldi e affollati: luoghi caldi e affollati possono generare confusione e abbassamento di pressione nelle già precarie condizioni fisiche della donna.

In ogni caso, un rapido consulto con il vostro medico di fiducia è quel che ci vuole!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *