julie-01
Notizie

Scatta una foto al figlio e scopre qualcosa di incredibile!

julie-01

Sta facendo il giro del mondo la storia di Julie Fitzgerald, una donna che ha scattato una fotografia al proprio bimbo di appena due anni, scoprendo qualcosa di incredibile. Lo scatto fotografico mostrava infatti gli occhi del bimbo di due colori radicalmente diversi: Avery aveva infatti il “classico occhio rosso” frequentemente frutto delle istantanee fotografiche, e un occhio stranamente giallo.

Leggi anche: Colore degli occhi del neonato, come stabilirlo?

Insospettita da tale particolarità, la donna ha effettuato una serie di ricerche in autonomia, scoprendo una storia simile alla sua: un’altra donna che dopo aver notato una strana luce bianca al posto del classico occhio rosso, aveva scoperto un cancro nell’occhio di un parente. Ebbene, fatte le approfondite analisi, anche Julie ha purtroppo scoperto che il suo piccolo Avery è affetto dalla stessa patologia.

Leggi anche: Il bambino ha bisogno degli occhiali? Ecco come comportarsi

La donna ha quindi portato in una clinica il bimbo, dove è stato purtroppo asportato l’occhio, poi sostituito con una protesi. I medici hanno tuttavia dichiarato alla donna che se non fosse riuscita a intervenire così tempestivamente con la “auto-diagnosi”, la malattia si sarebbe potuta propagare, mettendo a serio rischio la vita del figlio.

julie-02

Naturalmente, quanto sopra non vuole essere l’invito a controllare tutte le foto che avete nel cassetto, considerando che intorno a tali vicende ruotano anche disinformazioni particolarmente esagerate, e bufale mediatiche di pari livello. Il nostro invito è invece quello di procedere periodicamente a effettuare delle visite dall’oculista, al fine di monitorare lo stato di salute dei vostri occhi e – qualora ve ne fosse la necessità – procedere con le terapie correttive che solamente un bravo oculista saprà indicarvi.

julie-03

Gli occhi sono importanti, non sottovaluta eventuali segnali e sintomi di anomalia che, se opportunatamente valutati e tempestivamente diagnosticati, potrebbero essere ricondotti in condizioni di normalità senza drammi e sacrifici.