Santo del giorno 4 febbraio 2015 San Giuseppe (Desideri) da Leonessa

giuseppe02

Giuseppe da Leonessa (Eufranio Desideri), è stato un religioso italiano appartenuto all’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, proclamato santo da Papa Benedetto XIV nel 1746.

Secondo quanto narrano le vicende storiche, Giuseppe entrò nell’ordine dei francescani cappuccini ad Assisi, il 3 gennaio 1572, per poi essere ordinato sacerdote ad Amelia, il 24 settembre 1580. Nel 1587 ottenne invece da papa Sisto V il permesso di recarsi a Costantinopoli per poter assistere i cristiani che vennero fatti prigionieri. Fu dunque arrestato e torturato per avere svolto opera di evangelizzazione tra i turchi. Tornato in Italia, svolse apostolato in Abruzzo e in Umbria, promuovendo anche numerose opere di assistenza.

Leggi anche: Santo del giorno 2 febbraio 2015 Presentazione del Signore

A beatificare Giuseppe fu Papa Clemente XII il 22 giugno 1737, mentre la canonizzazione avvenne il 29 giugno 1746 da Papa Benedetto XIV. È stato dunque proclamato patrono delle missioni in Turchia il 12 gennaio 1952 da Papa Pio XII.

giuseppe0a

Per quanto concerne i miracoli comunemente attribuiti a Giuseppe, il più noto è quello del luglio del 1737, quando a Leonessa la signora Carla Cricchi Dionisi diede alla luce il quarto figlio, a cui fu dato, come nome, proprio Giuseppe. Tuttavia il bimbo nacque gravemente malato, visto e considerato che nella metà inferiore del corpo non aveva ossa: ad accertare il fatto fu il chirurgo Ercolano Ercolani. Sette mesi dopo il figlio di Ercolano, il chirurgo Giacinto, ammise che non esisteva alcun rimedio medico.

La madre cominciò dunque a pregare il beato Giuseppe senza tuttavia ottenere dei risultati concreti. Giunta alla disperazione, la domenica di Pasqua del 1739 lasciò il bimbo sull’altare della chiesa di Leonessa, dove era custodito il corpo del beato. Allontanatasi, fu poi richiamata dal piano del bimbo: tornata sui suoi passi vide che, miracolosamente, il figlio poggiava i piedi sui gradini dell’altare, e si teneva in piedi da solo.

Leggi anche: Santo del giorno 3 febbraio 2015 San Biagio

La guarigione improvvisa e, appunto, miracolosa, fu constatata dallo stesso chirurgo Ercolani, che insieme ad altri testimoni ebbe modo di deporre al processo di canonizzazione che si tenne nel 1743, attestando che il bimbo presentava una struttura ossea del tutto normale, che prima era inesistente nella parte inferiore del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *