presentazione-0
Notizie

Santo del giorno 2 febbraio 2015 Presentazione del Signore

presentazione-0

Il 2 febbraio 2015 la Chiesa Cattolica celebra la c.d. “Candelora“, la presentazione al Tempio di Gesù, conosciuta con tale nome poichè in questo giorno si benedicono le candele, rappresentanti il simbolo di Cristo, “luce per illuminare le genti”.

Leggi anche: Santo del giorno 30 gennaio 2015 Santa Martina

Oltre che con il nome di Candelora, la celebrazione è detta anche Purificazione di Maria, poichè secondo l’usanza ebraica una donna era considerata impura del sangue mestruale solamente per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio, e doveva quindi andare al Tempio per purificarsi. Considerato che la nascita di Gesù è avvenuta il 25 dicembre, il 40mo giorno cade proprio nel 2 febbraio. Si tenga conto che questa festa anticamente veniva celebrata il 14 febbraio, facendo quindi partire i 40 giorni dall’Epifania.

presentazione-1

Ad ogni modo, oggi la celebrazione è ben più nota come Candelora, probabilmente grazie alla somiglianza dell’antico rito del Lucernare, con chiari intenti di purificazione: “Quando una donna sarà rimasta incinta e darà alla luce un maschio, sarà immonda per sette giorni; sarà immonda come nel tempo delle sue regole. L’ottavo giorno si circonciderà il bambino. Poi essa resterà ancora trentatré giorni a purificarsi dal suo sangue; non toccherà alcuna cosa santa e non entrerà nel santuario, finché non siano compiuti i giorni della sua purificazione” – si legge nel Levitico.

Leggi anche: Santo del giorno 29 gennaio 2015 San Costanzo di Perugia

Ricordi della Candelora vengono altresì vantati prima della Chiesa, in alcune tradizioni religiose precristiane. Secondo alcuni studiosi, si trattava proprio di una festività introdotta in sostituzione di una preesistente. In particolare, nella tradizione celtica veniva chiamata Imbolc, e segnava il passaggio tra l’inverno e la primavera, ovvero tra il momento di massimo buio e freddo, e quello della primavera, il risveglio della luce. Nel mondo romano, la dea Giunone veniva celebrata alle calende di febbraio. Nel neopaganesimo, ricorda Wikipedia, Imbolc era uno degli 8 sabba principali, legato alla purificazione e ai riti propiziatori per la fertilità della terra.

Tra i principali significati internazionali della celebrazione odierna, si ricorda come in Francia la Candelora è ricordata per essere il giorno di preparazione delle crepes, e che in Messico la Candelora è un giorno particolarmente importante, tanto che il 6 gennaio viene nascosta una figurina del Bambino Gesù in una apposita torta a forma di ghirlanda, contenente frutta candita: chi la trova, diventa uno degli “sponsor” del Bambino Gesù della casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *