rebeccahardy
Storie di vita

Mamma muore sbranata dai cani, viene alla luce un’incredibile verità

rebeccahardy

Aveva sconvolto tutti la vicenda di Rebecca Hardy, una giovane mamma di 22 anni che lo scorso 3 dicembre era stata sbranata da due cani appartenuti al vicino di casa a Port Huron, nel Michigan (USA). Una morte tragica, che aveva lasciato nello sconforto Molly, piccola bimba di soli 18 mesi, e Matthew Grattan, il fidanzato. Ebbene, quel che è realmente accaduto va al di là di ogni previsione da parte degli inquirenti.

Secondo le forze dell’ordine, che hanno ricostruito attentamente la vicenda, la ragazza era ben consapevole della ferocia dei due cani, e avrebbe scavalcato il recinto del cortile volontariamente, con l’intenzione di farsi uccidere. Si sarebbe dunque consegnata alla facile aggressione da parte dei due cani, che l’hanno ferita gravemente in faccia e sul collo: condotta all’ospedale, la donna è morta poco dopo.

Leggi anche: Bambina si riempie di punti rossi, la diagnosi è sorprendente!

Dunque, viene completamente smentita la ricostruzione iniziale, secondo cui si sarebbe trattato di un incidente, per quanto tragico. Ben presto si è però venuto a sapere che la donna aveva un passato e un presente particolarmente difficile: la giovane era stata cacciata di casa, e già in passato aveva tentato di togliersi la vita.

Ad ogni modo, non tutti sembrano essere d’accordo con questa versione dei fatti. “Non posso credere in alcun modo – ha detto Matthew Grattan al Times Herald – che quel giorno volesse morire. Aveva una bambina, voleva che noi tre fossimo una famiglia. Non posso crederci assolutamente”.

Purtroppo, la vicenda della donna sbranata dai cani non è l’unico dramma di questo tipo negli Stati Uniti a inizio dicembre. Ha infatti fatto il giro del mondo la triste storia di Xavier, un piccolo che stava camminando con la sua mamma per andare a scuola, quando si è visto aggredire da quattro cani. La madre ha cercato di proteggerlo, ma inutilmente: il bimbo è stato trascinato sotto la recinzione, ed è morto per le ferite inflitte dai cani.