prima-visita-dentista
Guide e Consigli

Il bimbo ha paura del dentista? I consigli definitivi per superarla!

prima-visita-dentista

Tutte le mamme e i papà lo sanno bene: preparare il bimbo alla prima visita (e a quelle successive!) dal dentista non è mai facile. Eppure, è uno step fondamentale per il benessere del piccolo e per il suo corretto sviluppo. Come intervenire, allora?

Molto, chiaramente, dipende dall’età del bimbo. Se infatti il piccolo ha un’età in cui è consapevole di quel che sta accadendo, si può aiutarlo a vivere con maggiore serenità questa esperienza, informandolo qualche giorno prima della visita, e spiegando lui cosa farà il dentista, come sarà lo studio e perché serve questo appuntamento. Il tutto con tranquillità e un linguaggio semplice, in maniera tale che il bimbo non sia sottoposto a inutili stress.

Il nostro consiglio è inoltre quello di prendere appuntamento in uno studio specializzato in odontoiatria pediatrica e, se possibile, durante le ore mattutine, quando il bambino è più riposato. Sarebbe opportuno evitare anche le ore di maggiore affollamento, poiché un ritardo in sala d’attesa potrebbe generare le sopra citate tensioni.

Leggi anche: Denti da latte, riconoscerli per assecondare la loro caduta

11_1

Ancora, evitate di dirgli di “fare il bravo” o di “non piangere”: si tratta di frasi che spesso i genitori dicono in buona fede, ma che in realtà hanno l’unica conseguenza di insospettire o spaventare il piccolo. Lo stesso vale, naturalmente, per la rassicurazione che non sentirà dolore: meglio invece che il bambino sia preparato all’eventualità di avere qualche fastidio, poiché una bugia potrebbe generare sfiducia nei genitori e nel dentista, e ogni visita successiva avrebbe i contorni del trauma.

Per quanto attiene invece il calendario delle visite, tra i 6 e i 36 mesi è bene che vi siano periodici controlli per osservare la salute delle mucose orali e delle gengive; fin da piccolissimo si può dunque condurre il bimbo dal dentista per verificare lo stato dell’eruzione dei denti da latte, monitorandone la corretta cronologia di uscita, e osservando i frenuli. Tra i 3 e i 6 anni si controlla che siano usciti tutti i denti da latte e se ne verifica la salute, si accerta la mobilità del frenulo labiale superiore e si cercano di intercettare abitudini viziate da indirizzare, come la persistenza della suzione del dito o del ciuccio, la deglutizione atipica e l’igiene alimentare.

bambini-dal-dentista

Quando il bimbo è più cresciutello – tra i 6 e i 12 anni – si procede a verificare la salute dei denti, la loro modalità di combaciamento e che la permuta sia iniziata e prosegua bene. A 6 anni, se è necessario, si può fare la prima panoramica delle arcate dentarie.