ginnastica-gravidanza
Gravidanza Guide e Consigli

Ginnastica in gravidanza: tutti i benefici dell’attività fisica

ginnastica-gravidanza

La gravidanza è un momento particolarmente delicato nella vita di una donna. E come tutti i momenti delicati (anzi, il più delicato!) è bene cercare di avvicinarsi a tale ambito con particolare cautela e attenzione, evitando di compiere dei passi falsi che potrebbero nuocere al proprio benessere a quello del proprio bimbo. Quanto sopra è ben integrabile con il concetto di benefit legato alla corretta attività fisica, che se svolta in maniera idonea durante la dolce attesa, può apportare significativi valori aggiunti.

Effettuare una buona ginnastica in gravidanza può infatti permettere di controllare al meglio il peso corporeo, aumentare il tono muscolare e la flessibilità, migliorare la postura, rendere più efficiente l’apparato respiratorio, aumentare il trasporto di ossigeno per il feto, migliorare il funzionamento del sistema cardiocircolatorio, ridurre i gonfiori e i dolori alla schiena, apportare vantaggi di natura ormonale (come la liberazione delle endorfine) e ancora preparare il perineo e prevenire la prolassi e l’incontinenza, e infine facilitare il recupero post parto. Il tutto, senza considerare gli straordinari benefici in termini psicologici ed emozionali.

Insomma, a ben vedere la ginnastica in gravidanza può apportare incredibili benefici. E nonostante ciò, molte donne trascurano la possibilità di svolgere una corretta attività fisica durante la dolce attesa. A conferma della necessità di procedere con convinzione lungo la strada della ginnastica durante l’attesa suddetta, il fatto che numerosi studi scientifici abbiano da tempo escluso tutti i principali timori che un tempo accompagnavano l’idea dell’allenamento fisico durante la gravidanza. Un tempo si pensava ad esempio che la ginnastica in gravidanza potesse indurre a un parto prematuro, mentre altre credenze popolari temevano che l’attività fisica in gravidanza fosse ricollegabile al ridotto sviluppo placentare. Niente di più sbagliato!

Leggi anche: Bambini più attivi se lo è anche la mamma

Basti considerare, in relazione a quanto sopra, che la gravidanza è una condizione assolutamente fisiologica, ed è dunque un gravissimo errore trattare la futura mamma come se fosse un’inferma, o una donna affetta da una patologia! Si pensi ancora che moltissime gravidanze di natura patologica (come il diabete gestazionale) possono inoltre essere fronteggiate con beneficio proprio attraverso l’esecuzione di alcuni specifici esercizi fisici. Insomma, dalla danza allo stretching, dallo yoga al pilates, la gamma delle attività fisiche che una donna in gravidanza potrebbe svolgere con particolare proficuità è molto lunga, e può ben soddisfare le esigenze di benessere, di relax e di divertimento di qualsiasi donna.

Leggi anche: Fa la verticale mentre è incinta di due gemelli [VIDEO]

Naturalmente, quanto sopra non deve lasciarvi indurre in facile tentazione! Diventa infatti indispensabile cercare di affidarsi alla competenza di professionisti specializzati in materia, visto e considerato che ricorrendo al mero fai-da-te il rischio di generare comportamenti sbagliati e atteggiamenti dannosi è davvero dietro l’angolo. Tenete inoltre in considerazione che in ogni caso non dovrà trattarsi di allenamenti pesanti e faticosi, bensì di allenamenti dolci, che possano combinare strategie di rilassamento psicofisico e di respirazione, tese a migliorare il benessere complessivo della futura mamma, e del bimbo che si sta formando all’interno del suo ventre.