La fame in gravidanza: da cosa è scatenata e come gestirla

fame in gravidanza

I cambiamenti che il pancione comporterà nel loro corpo e i pericoli che i fatidici 9 mesi rappresentano per la silhouette. L’alimentazione in gestazione è fondamentale non solo per non ingrassare troppo, ma anche per garantire al bimbo che portate in grembo tutti i nutrienti necessari a crescere sano e forte. Le tentazioni alimentari per le donne con il pancione sono tantissime, e spesso difficili da evitare perché l’organismo reagisce alla gravidanza in modi imprevedibili.

Una delle complicazioni principali che stressano le future mamme quando sono incinte, rendendo difficile seguire la dieta specifica per la gestazione, sono gli attacchi di fame.

Leggi anche: Bambini a tavola, qualche trucco per una buona educazione

E’ vero che in gravidanza bisogna mangiare per 2?

attacchi-fame-post-parto

I 9 mesi di gestazione rappresentano una vera sfida per le donne amanti della buona cucina. E’ credenza comune che, per mettere al mondo un bimbo sano, quando si è incinte è necessario mangiare per 2. Attenzione! Questa leggenda metropolitana potrebbe influenzarvi negativamente. Piuttosto che mangiare per 2, in gestazione è importante mangiare bene, in modo da fornire al piccolo tutti i nutrienti necessari al suo benessere, ma anche in modo da prendervi cura del vostro corpo. Se la mamma sta male, sarà il bambino a pagarne le conseguenze!

Il cervello umano di frequente ci “inganna”. L’Ipotalamo comprende sia il cosiddetto “centro della fame” che il “centro della sazietà”. Essendo separati, può accadere che anche quando si è in realtà sazi, il corpo ci invii segnali che ci incitano a mangiare di più. Questa, però, non è fame vera, e mangiare più del dovuto in gestazione si ripercuoterà sulla salute e sulla forma fisica sia della mamma che del bebè.

Come gestire gli attacchi di fame

inappetenza-in-gravidanza

Gli attacchi di fame sono il nemico numero 1 della silhouette delle gestanti. Questi attacchi improvvisi spingono le donne con il pancione ad abbuffarsi di tutto quello che capita loro a tiro. Per non parlare, poi, delle famigerate “voglie”, che posso riguardare solo cibi salati, solo i dolci, oppure, ancora, un particolare alimento.

Leggi anche: Acido folico in gravidanza, quello che dovete sapere!

Ricordate che, a partire dal 2°/3° mese di gestazione bisogna introdurre circa 250-350 calorie in più del normale, ma senza superare tali soglie. Per gestire gli attacchi di fame in gestazione potete seguire questi consigli:

  • Mangiate alimenti leggeri e genuini. E’ meglio se i pasti sono poco abbondanti e più frequenti nel corso della giornata. Piuttosto che fare pranzi e cene con porzioni eccessive, ricchi di grassi o zuccheri, sarebbe meglio dilazionare l’alimentazione in 5-6 pasti più contenuti e leggeri.

  • Puntate sulle verdure crude e la frutta. Ortaggi e frutta ci aiutano a saziare l’organismo introducendo Vitamine, Sali Minerali e nutrienti “buoni”, piuttosto che grassi, zuccheri e tossine. Inoltre, entrambi questi cibi smorzano la fame e riempiono subito lo stomaco.

  • I nutrienti essenziali in gestazione sono Vitamine, Carboidrati, Proteine e Fibre. Evitate gli alimenti che non le contengono e ricordatevi di bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *