candida in gravidanza
Guide e Consigli

La Candida in gravidanza: Sintomi e cura

candida in gravidanza

La Candidosi più nota è quella che colpisce gli organi genitali, o meglio l’area vulvovaginale: il microorganismo responsabile di tale infezione è, nella maggior parte dei casi, la famigerata Candida albicans.

Alcuni studi hanno dimostrato quanto questa micosi sia comune: sembrerebbe che quasi il 75 per cento delle donne ne abbia sofferto almeno una volta nella vita. Moltissime di loro hanno avuto la Candida in una specifica fase della loro vita: la gravidanza.

Leggi anche: I neonati e la noia, come riconoscerla e come intrattenere i piccoli

La Candidosi è molto frequente durante la gestazione: un terzo delle donne in gravidanza è portatrice di Candida Albicans, sia essa asintomatica o sintomatica.

Quando l’infezione è sintomatica ci si trova di fronte a diversi segnali, come prurito vulvare, sensazione di dolore e/o di bruciore, perdite vaginali biancastre, non maleodoranti e simili nella consistenza alla ricotta o al latte cagliato (leucorrea).

dolori gravidanza

Le cause dell’insorgenza della Candida sono numerose. In gravidanza la situazione è ancora più complessa perché la vagina subisce delle modificazioni sia nell’epitelio che nel pH, facilitando l’attecchimento del microorganismo incriminato. Le donne in gravidanza si accorgono di avere la candida per la presenza di prurito, perdite vaginali biancastre simili a ricotta, bruciore, dolore, eruzioni cutanee nei genitali.

Quando una gestante scopre di avere una Candidosi in atto le preoccupazioni per la salute del bambino aumentano: se sta capitando anche a voi, tranquillizzatevi. La Candida non rappresenta assolutamente un pericolo per il vostro bambino. Il ginecologo vi consiglierà la maniera migliore per trattare l’infezione e per cercare di debellarla.

Leggi anche: Coccole del papà, ecco perché sono indispensabili!

L’unico rischio per il bimbo potrebbe essere un contagio per contatto con la parte infetta durante il parto. Se questo accade, il bimbo sviluppa una Candidosi della mucosa orale conosciuta come Mughetto. Il Mughetto viene trattato con una semplice terapia locale ed è molto facile da eliminare.

candida

Una volta risolti i problemi del piccolo e della mamma è importante prevenire le recidive della Candida, purtroppo molto comuni. Come fare?

  • Eliminate o riducete al minimo l’alcool, gli zuccheri, i carboidrati e i formaggi. Da evitare anche gli alimenti contenenti lievito, che possono scatenare o peggiorare l’infezione.

  • Evitate di indossare abbigliamento troppo attillato, come pantaloni, collant e slip aderenti, stretti o troppo piccoli.

  • No alla biancheria intima sintetica: usate solo slip in materiali naturali come il cotone.

  • Seguite una corretta routine di igiene intima. Questa regola vi aiuterà a prevenire non solo la Candida ma numerose infezioni e patologie che colpiscono gli organi genitali. I migliori prodotti per l’igiene intima sono quelli con il Ph acido.

  • Quando siete in spiaggia o in piscina non tenete mai addosso per molto tempo il costume bagnato: l’umidità favorisce la proliferazione dei microorganismi.

  • Durante i rapporti sessuali usate delle precauzioni, in special modo se si tratta di incontri intimi occasionali o con persone che non conoscete bene.

  • Ricorrete al vostro medico di fiducia per scegliere insieme come curare la Candida: il fai-da-te è nella maggior parte dei casi infruttuoso, se non nocivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *