candeggina
Salute e benessere

Candeggina, attenzione alle malattie dei vostri bimbi!

candeggina

Mamme lettrici del nostro sito, massima attenzione alla candeggina! Secondo quanto afferma un recentissimo studio condotto da un gruppo di ricercatori del dipartimento Public Health and Primary Care Centre for Environment and Health di Lovanio, in Belgio, l’esposizione alla candeggina sarebbe in grado di sottoporre i bambini al rischio di infezioni respiratorie, e altre malattie.

Stando al contenuto dell’osservazione, recentemente pubblicata sulla rivista Occupational and environmental Medicine, realizzato dalla dottoressa Lidia Casas, la candeggina potrebbe infatti essere determinata quale responsabile di una lunga serie di pregiudizi nei confronti dei più piccoli. Lo studio è stato condotto valutando l’impatto potenziale derivante dall’esposizione alla candeggina in ambito domestico, in un campione di più di 9.000 bambini compresi tra 6 e 12 anni, che frequentano 19 scuole di Utrech, nei Pasi Bassi, 17 scuole in Finlandia e 18 scuole di Barcellona, in Spagna.

candeggina-2

Leggi anche: Rischio influenza più grave se il bimbo è prematuro

Ad essere stati coinvolti attivamente nella ricerca sono stati i genitori, che hanno dovuto compilare un questionario su alcune malattie contratte dai loro bimbi: numero e frequenza di influenza, tonsilliti, sinusiti, bronchiti, otiti, polmoniti e tanto altro ancora, vissute dai propri bimbi nei 12 mesi precedenti.

Ebbene, alla luce dell’osservazione, sono emersi dei dati non certo troppo confortanti, visto e considerato che è stato riscontrato che le donne che utilizzano consuetudinariamente la candeggina in casa per le proprie pulizia, come accade spesso in alcuni Paesi (come in Spagna) sarebbero altresì in grado di esporre i propri piccoli a un 20% in più rischi di influenza, e un 35% in più di possibilità di vedere i propri piccoli affetti da tonsillite.

Leggi anche: Cibi giusti per contrastare l’influenza

candeggina-3

Sulla base di quanto precede, è inoltre stato possibile spiegare come mai in alcuni Paesi vi sarebbe una maggiore incidenza delle influenze e di altre malattie, rispetto ad altre aree europee. L’utilizzo della candeggina è infatti particolarmente comune in Spagna (dove il 72% del campione afferma di utilizzarlo) mentre è raro (il 7% del campione) in Finlandia, supportando in tal modo l’esistenza di una diretta proporzione tra il numero delle infezioni e l’utilizzo della candeggina.

A questo punto, appare fin troppo chiara la cautela indotta alle mamme: cercare di limitare per quanto possibile l’utilizzo della candeggina procedendo a sostituire questo ingrediente con altri prodotti che possono garantire risultati identici o similari. Voi che ne pensate? Utilizzate la candeggina nell’igiene domestica quotidiana?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *