bambino-timido-tra-le-braccia-della-mamma
Guide e Consigli

Come indurre l’autostima nei bambini?

autostima-1

Tutti i genitori scoprono ben presto quanto sia importante cercare di indurre la giusta dose di autostima nei propri bimbi. Purtroppo, però, non c’è una ricetta semplice e immediatamente applicabile per permettere ai bimbi di sperimentare le loro azioni e fare in modo che “facciano le cose dei grandi”, o “facciano le cose da soli”. Spesso è sufficiente badare a loro in maniera tale che non compiano pasticci troppo grandi, mentre in altri casi è necessario spronarli o motivarli adeguatamente. Come fare, dunque?

Leggi anche: Qualche utile regola per far crescere l’autostima nei vostri bimbi

bambino-timido-tra-le-braccia-della-mamma

In primo luogo, è bene ricordare che il tutto deve partire dalla giusta consapevolezza dell’età del proprio bimbo. Guai pertanto a pretendere che il proprio figlio “faccia le cose da grandi”, se in realta ha 2 o 3 anni. Meglio invece accompagnarlo per mano alla scoperta di piccoli gesti quotidiani che potranno permetter lui (o lei) di poter accrescere gradualmente il proprio senso di sicurezza e di autostima, ponendo dunque le basi per una crescita sostanziale futura. Qualche esempio?

Leggi anche: Abbracciarsi fa bene alla salute. E non solo.

Già entro i 3 anni un bimbo dovrebbe poter fare da solo alcune azioni quotidiane di igiene come lavarsi le mani e i denti. Non solo: il piccolo dovrebbe poter mangiare da solo (salvo l’aiuto dei genitori per alimenti un pò complessi per lui da tagliare e gestire), e ancora aiutare la mamma e il papà in piccole faccende domestiche che lo riguardano, come ad esempio la preparazione della merenda per l’asilo.

autostima-bambini

Diventa inoltre importante coinvolgere il proprio figlio in gesti che lo aiuteranno per tutta la vita, come il gettare i rifiuti nella differenziata, mettere i vestiti sporchi nella cesta dei panni da lavare, mettere le scarpe e i giochi a posto, mettere in ordine un cassetto, o apparecchiare la tavola. Gesti semplici e quotidiani che, come sopra anticipato, permetteranno lui di acquisire una certa padronanza in comportamenti usuali che potranno risolvere problemi giornalieri, garantendo in lui la maggiore autostima per la risoluzione autonoma di qualche piccolo o grande ostacolo della vita.

Dunque, per poter permettere al proprio bimbo di avere una maggiore autostima, partite con qualche gesto significativo, ma piuttosto semplice. Ad esempio, potete svegliarlo la mattina qualche minuto prima per potergli consentire di lavarsi da solo le mani e i denti. E se non dovesse farlo alla perfezione, non preoccupatevi: l’importante non è mortificarlo, bensì spronarlo a fare sempre meglio, giorno dopo giorno.