coliche
Bambino

Le cause delle coliche nei bambini appena nati: una scoperta della medicina rivela una causa impensabile

 

Esistono degli alimenti che favoriscono la formazione di gas nel pancino. I termini “colica-coliche” indicano lo status in cui si trova un bambino: che piange spesso, intensamente, ed è difficile o impossibile da blandire. La colica è identificata con la regola del tre: pianto persistente per tre ore al giorno, più o meno tre volte alla settimana e per almeno tre settimane. Il pianto sconsolato inizia solitamente nella seconda settimana di vita e prosegue fino alla fine del secondo mese per concludersi dopo i tre mesi. Per alcuni bambini è l’aria che fa male: tendono ad allungare le braccia e a irrigidire le gambe, poi piegano le braccia e le gambe.

(Continua dopo la foto)

coliche-posizione-pancia-in

La causa più probabile sulla quale stanno studiando i medici è che i bambini con coliche addominali dei primi mesi di vita abbiano uno sviluppo del cervello superiore a quello dell’apparato digerente. Ecco perché la sproporzione tra l’aria nell’intestino e la loro reazione. Poi c’è il cibo che mangia la mamma. Nel primo anno di vita, nella maggior parte dei casi, il cibo che solitamente dà problemi, ma solo per il 5%, è il latte di mucca, uova, arachidi, noci, grano, soia e pesce. Se il bambino sembra reagire con una colica o con malessere a un cibo che la mamma mangia, si consiglia di rinunciare a questo cibo per un periodo e valutare l’eventuale reazione manifesta del bambino.coliche-neonato-600

coliche

Solitamente i sintomi scompaiono entro 24 – 48 ore e se si consuma un cibo regolarmente, come i lattiero-caseari, servono mediamente due o tre settimane per eliminare ogni traccia dell’alimento. Se il bambino migliora dopo l’eliminazione del cibo, può essere reintrodotto, ma se i sintomi ricompaiono, questo cibo è senz’altro la causa della colica o della reazione e allora va rimosso dalla dieta.