bimbi-asiloe-
Notizie

Violenze sui bambini all’asilo, parlano le mamme degli alunni

bimbi-asiloe-

Qualche giorno fa vi abbiamo informato sull’incredibile caso che ha coinvolto alcuni bambini di un asilo italiano, resi vittime di comportamenti e abusi da parte delle maestre. Ebbene, al fine di poter difendere la scuola privata recentemente finita al centro di un’inchiesta della magistratura, dopo che sono arrivate le conferme dei maltrattamenti in seguito ad alcuni filmati, le mamme degli alunni cercano di tutelare l’immagine de “I bambini e villa degli usignoli” chiedendo ai media che si smetta di definirla come una “scuola degli orrori”.

I genitori e la nuova proprietà hanno congiuntamente convocato una conferenza stampa per poter chiarire, ancora una volta, che non c’è alcun legame con il passato da parte della struttura odierna, considerato che l’asilo può vantare di una nuova proprietà, di una nuova classe di maestre e di un nuovo e ambizioso progetto educativo che rende l’asilo una struttura davvero all’avanguardia.

asilo-1

A parlare apertamente e chiaramente è Marianna Giudizioso, direttrice della struttura, che ha preannunciato la volontà di costituirsi parte civile nel processo a carico delle due maestre al centro dell’inchiesta.

La stessa donna già commentava in tal modo l’accaduto, qualche giorno fa: “Quando ho acquisito la nuova struttura non ero a conoscenza dei fatti. Ho fatto un gran lavoro per riorganizzare la struttura. Ora mi cade il mondo addosso. Sono molto arrabbiata con chi mi aveva nascosto tutto. Ci tengo a precisare che si tratta di fatti del 2013. Io ho acquisito l’asilo soltanto nel settembre 2014. Comprenderete la mia amarezza“.

BOTTE ALL'ASILO, BIMBO A TESTA IN GIÙ NEL PASSEGGINO

Insomma, al fine di contribuire a fare ulteriore chiarezza sulla vicenda, ricordiamo che i vergognosi video che sono stati diffusi (ne abbiamo parlato pochi giorni fa, qui) sono relativi alla vecchia gestione della struttura nido, e che oggi giorno sia la proprietà che la docenza è completamente cambiata.

Gli inquirenti intanto stanno ancora lavorando per cercare di comprendere cosa sia accaduto. Stando alle ricostruzioni finora effettuate, i piccoli maltrattati sarebbero addirittura una decina, e tra i casi più gravi riscontrati ci sarebbe quello di un bambino posto a testa in giù nel passeggino, e altri bambini poggiati a terra senza essere lavati, in attesa del cambio del pannolino.

Continueremo a informarvi anche nel corso dei prossimi giorni su questa incredibile vicenda, nella speranza di non dover tornare ulteriormente su un caso che, piuttosto, rischia di non essere isolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *