bambini pancia
Guide e Consigli

Gravidanza, ecco perchè è utile parlare al bimbo nella pancia

bambini pancia

Avete mai pensato a quante persone consigliano alle future madri di abituare il bimbo a sentire parole e musica quando questo è ancora nella pancia? Ebbene, non si tratta di consigli campati in aria, o di suggerimenti inesatti. Durante il periodo di gestazione, infatti, può essere utile cercare di rilassare se stessi e il proprio bimbo attraverso l’ascolto di brani musicali che – è stato dimostrato – possono essere percepiti anche dal feto.

Leggi anche: Gravidanza elisir della lunga vita

Diverse analisi affermano infatti che il feto può captare i suoni che arrivano attraverso l’orecchio interno e le vibrazioni sul sistema osseo, permettendo dunque un migliore sviluppo degli apparati sensoriali ed acustici, e del sistema nervoso. Un’attività che può dunque stimolare le capacità e la creatività del bambino.

parlare-bimbo-gravidanza-2

Più nel dettaglio, osservazioni recenti hanno sottolineato come nel corso dell’ultimo trimestre di gestazione il piccolo riesce a percepire sia i suoni materni che quelli provenienti dal mondo esterno. Dunque, per questo motivo riesce già ad autoalimentare dei processi di riconoscimento e di memorizzazione.

Insomma, il bimbo non solo riesce a captare la musica, ma può addirittura riconoscerla. E lo stesso avviene con il suono della voce della madre e del padre: per questo motivo è consigliabile cercare di parlare diffusamente al proprio bimbo mentre questo è ancora nella pancia, al fine di farsi riconoscere e rassicurarlo.

parlare-bimbo-gravidanza-3

Per quanto invece concerne la tipologia di musica che è meglio far ascoltare al feto, sebbene non vi siano delle “ricette” valide per tutti, si predilige generalmente far udire quella classica e new age, molto rilassanti e sobrie. Di contro, viene sconsigliato l’ascolto di generi musicali più movimentati come metal o hard rock, perchè costituita da strumenti dalle percussioni troppo forti che potrebbero creare tensione e agitazione nel bimbo.

Leggi anche: Gravidanza, rende giovani ma per poco tempo

Sotto tale profilo, è bene ricordare come la migliore musica sarà comunque rappresentata dalla voce della madre: il timbro materno durante la gravidanza può infatti comportare una maggiore capacità di sviluppo del bimbo e, sostanzialmente, anche una maggiore solidità nella zona della nuca e agli arti superiori.

parlare-bimbo-gravidanza-4

E il padre? Per quanto intuibile, anche il suono della voce paterna favorisce un ottimo decorso della gravidanza: in particolare, il bimbo può percepire maggiormente questa voce con facilità, perchè le frequenze basse giungono in maniera più semplice al feto attraverso il filtro del liquidot amniotico. Pertanto, il bimbo proverà sensazioni di benessere e di piacere se il proprio padre parla e canta per lui utilizzando dolci e amorevoli. Se poi accompagna tutto questo poggiando una mano sul grembo materno, il risultato è ancora più amplificato! Non è certamente una coincidenza che nell’ultimo trimestre di vita, quando il bimbo è più “attivo”, risponda positivamente agli impulsi generati dal papà che poggia una mano sul grembo materno e lo “chiama” dall’esterno con una voce dolce e rilassata.

E la vostra esperienza in tal senso quale è? Avete qualche episodio o qualche consiglio che volete condividere con tutti noi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *