giorni fecondi
Gravidanza

Giorni fecondi, come individuarli senza errori

giorni fecondi

La conoscenza dei propri giorni fecondi costituisce il primo passo per poter arrivare con più rapidità ed efficienza alla gravidanza. Purtroppo per tutte le donne che aspirano arrivare alla dolce attesa, conoscere esattamente quali sono i giorni fertili è abbastanza difficile, visto e considerato che il calcolo non segue regole scientifiche facilmente interpretabili: a ricordarlo sono tutti i ginecologi, per i quali la vita sarebbe sicuramente più semplice se si potesse individuare con certezza i giorni di fertilità. Ma cosa fare, allora?

Leggi anche: Infertilità, le cause e gli esami da eseguire

In linea di massima, il momento del ciclo mestruale in cui una donna è fertile è quello dell’ovulazione, quando la cellula uovo che viene rilasciata dal follicolo ovarico, unitamente al suo fluido, viene catturata dalle fimbrie, le estremità mobili delle tube di Falloppio: in tale “zona” avverrà l’eventuale fecondazione mediante gli spermatozoi maschili.

fertili-1

Stabilito quanto precede, è bene cercare di calcolare, almeno con approssimazione, quali possano essere i giorni fertili. Pur con le dovute precauzioni, possiamo considerare il periodo fertile quale quello che è compreso tra l’inizio della seconda e la fine della terza settimana, a partire dal primo giorno di mestruazione. Il giorno di ovulazione è il quattordicesimo, sebbene nulla sia certo, nemmeno in tale ambito. Il corpo della donna non è infatti preciso come un cronometro e, pertanto, potrebbero esservi delle differenze rispetto alla linea teorica interpretativa. Ne consegue che la donna farebbe comunque bene a tenere un certo margine nel calcolo dei giorni, affinchè possa – con maggiore prudenza – arrivare al proprio risultato utile in maniera più congrua.

fertili-3

Ancora, per coloro le quali hanno difficoltà a conteggiare i propri giorni fertili, sarà sicuramente utile ricordare che in commercio ci sono degli strumenti appositi molto comodi, venduti principalmente in farmacia, che possono conteggiare con maggiore attendibilità lo scorrere dei giorni e, dunque, il momento in cui si ritiene che si possa essere fertili (alcuni di tali strumenti si trovano anche comodamente online, sebbene raramente siano così affidabili come promettono). Il consiglio per tutte le donne che stanno cercando di rimanere incinta è dunque quello di consultare un ginecologo ed effettuare il monitoraggio follicolare ecografico, che consiste nella ripetizione di varie ecografie a giorni alterni, per poter individuare con sicurezza il giorno dell’ovulazione.

fertili-2

Oltre a quanto sopra, è utile ricordare che durante l’ovulazione il corpo della donna cambia, predisponendosi all’eventuale fecondazione e alla conseguente gravidanza. Ad esempio, il muco cervicale si fluidifica, e la tuba presenta una lieve peristalsi. Contemporaneamente, l’utero si modifica proprio per preparasi ad annidare l’uovo fecondato (l’annidamento avviene circa una settimana dopo l’ovulazione). Sebbene non sia certamente facile, conoscere meglio il proprio corpo vi permetterà di arrivare con maggiore probabilità alla tanto attesa fertilità.

Leggi anche: L’eccesso di fertilità causa continui aborti

Infine, ricordiamo che – oltre a poter individuare un periodo utile per la gravidanza – cercare di capire quali siano i giorni fertili è molto utile come metodo di contraccezione naturale. Ad ogni modo, permetteteci due piccoli approfondimenti.

fertili-4

Il primo è che l’efficacia del conteggio dei giorni fertili come sopra, ai fini della contraccezione naturale, è un metodo estremamente debole. Pertanto, è certamente indicato per tutte coloro le quali vogliono mettere in cantiere un bimbo (e un margine di errore non pregiudicherebbe certamente altre possibilità di fecondazione), ma sicuramente non per evitare gravidanze indesiderate.

Il secondo è che per evitare una gravidanza indesiderate e, ancora più importante, per cercare di evitare la trasmissione di malattie sessualmente contagiate, sarebbe più opportuno cercare di utilizzare altri metodi più sicuri. In questo modo riuscirete non solamente a garantirvi una buona dose di sicurezza nel contrastare la gravidanza, ma potrete altresì cercare di porvi al riparo da qualsiasi sgradita patologia sessualmente trasmissibile.

fertili-5

Naturalmente, queste e altre informazioni potranno essere fornite in maniera più approfondita dal vostro metodo di fiducia. Per questo motivo, cercate di parlare chiaramente con il medico che vi segue, e condividete con lui ogni dubbio, interrogativo, aspettativa. Solamente con una premessa informativa chiara, esaustiva e priva di dubbi, riuscirete a garantirvi una serena strada verso (o meno) la gravidanza.

Per tutte le donne che desiderano saperne di più, vi consigliamo di continuare a seguire i nostri approfondimenti. Nei prossimi giorni torneremo a parlare di come poter addivenire più efficacemente alla gravidanza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *