dislessia
Guide e Consigli

Come riconoscere la dislessia nel bimbo

dislessia

La dislessia è una condizione del bimbo che è contraddistinta da errori nella lettura e nella scrittura, sostituzione o inversione di lettere, difficoltà nell’apprendimento, e tanto altro ancora. Pur nella considerazione che ogni bambino apprende in maniera diversa, e che è dunque non sempre necessario preoccuparsi nel caso in cui il proprio bimbo sia un po’ in ritardo rispetto agli altri, è molto importante cercare di conoscere quali siano i sintomi della dislessia nell’età prescolare, al fine di intervenire proattivamente per garantire al proprio figlio un migliore sviluppo.

Alcuni dei possibili fattori di rischio della dislessia sono ad esempio riconducibili alla difficoltà nel pronunciare parole lunghe, o nella frequente inversione dei suoni delle parole. Ancora, è possibile che alcuni potenziali fattori di rischio della dislessia siano riconducibili alla difficoltà nel riconoscere i suoni che compongono le parole, o ancora nelle criticità riscontrate nel dividere le parole in sillabe, e dalle sillabe ricostruire una parola.

È possibile inoltre che la dislessia sia abbinata a una frequente difficoltà nel riconoscere rime o parole con assonanze, elencazioni, numeri, giorni della settimana, colori, forme. Molti bambini che sviluppano la dislessia hanno poi difficoltà nello scrivere il proprio nome, effettuare compiti che implicano attività motorie (si pensi alla comune azione di allacciarsi le scarpe), e ancora possono apparire particolarmente scoordinati e goffi nei movimenti, quando sono impegnati in attività sportive.

Nel caso in cui uno o più di questi sintomi siano riscontrabili nel vostro bimbo, può essere utile parlarne con il proprio medico di fiducia e compiere eventuali accertamenti.