cibi da evitare
Alimentazione

Cibi da evitare in gravidanza, breve lista da consultare!

cibi da evitare

In gravidanza è bene raddoppiare la consueta dose di cautela e di tutela nei confronti del proprio benessere. La ragione è abbastanza intuibile: nel periodo della dolce attesa la vostra responsabilità si estende non solamente al vostro corpo, quanto anche alla piccola vita che è in formazione all’interno del vostro ventre, e che dopo nove mesi giungerà a vita extra uterina.

In tal proposito, sarebbe opportuno cercare di riporre maggiore attenzione nei confronti dell’alimentazione da rispettare nella gravidanza. Sarebbe ad esempio opportuno evitare di mangiare carne e pesce crudi, considerando che potrebbero favorire eventuali contaminazioni batteriche, e che potrebbero essere la base per contrarre la sgradita e pericolosa toxoplasmosi o salmonella. Pertanto, bandite per qualche tempo sushi, sashimi, ostriche e altro ancora. Attenzione però anche alle carni crude conservate o solo parzialmente cotte: il rischio è che possano essere contaminate dal batterio responsabile della listeriosi.

Leggi anche: Alimenti da evitare durante l’allattamento, ecco quali sono

Da eliminare anche le specie ittiche maggiormente considerate a rischio di contaminazione da parte di mercurio, considerato che tale sostanza è legata a possibili danni di sviluppo (con particolare riferimento al cervello). Uova crude e altri alimenti crudi non dovrebbero far parte della vostra dieta periodica.

alimentazione-allattamento-1

Scorrendo altri alimenti da evitare, non possiamo non ricordare i formaggi “a crosta bianca”, per via della possibilità di contrarre la listeriosi in caso di avvenuta contaminazione, così come i formaggi “blu”, come il gorgonzola. Potenziali pericoli anche per il latte crudo, non pastorizzato, che potrebbe essere un veicolo del batterio listeria: il consumo di latte crudo viene solitamente vietato alle donne in gravidanza che – nell’ipotesi che decidano di bere del latte – dovrebbero orientarsi solamente verso latte pastorizzato.

Leggi anche: Etichette alimentari, ecco perchè non sono così utili come pensate

Tra gli altri elementi suggeribili, è consigliato escludere il consumo di alcol, anche in piccole quantità, poichè potrebbe interferire con lo sviluppo del nascituro e rivelarsi dannoso anche successivamente alla nascita, nel periodo dell’allattamento, quando la sua assunzione andrebbe ancora del tutto evitata. Massima cautela anche nei confronti della frutta e della verdura non ben lavata, compresa quella confezionata e apparentemente pronta all’uso.

Infine, sarebbero da evitare i cibi e le bevande che sono dolcificate artificialmente, mediante l’impiego di aspartame e altre sostanze: alcune ricerche infatti sconsigliano il loro consumo nelle donne in gravidanza. Meglio dunque optare nei confronti di dolcificanti del tutto naturali. Per qualsiasi dubbio, ricordate che il vostro medico è a completa disposizione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *