avviare attività
Notizie

Vuoi avviare un lavoro? Chiedi alla mamma…

avviare attività

Giovani indipendenti? Certamente, ma quando si tratta di domandare una mano d’aiuto per lanciare una nuova impresa, la figura di riferimento non può che essere quella materna. A dichiararlo è una recente ricerca condotta dall’Università di Bologna e dal consorzio Aster, e presentata in occasione del recente Research to Business, il Salone internazionale della ricerca industriale e dell’innovazione.

Leggi anche: Stress da lavoro, è allarme burn out anche tra le mamme

Stando all’analisi, le startup nate in Emilia Romagna (ma le considerazioni potrebbero in buona parte essere estese anche al resto dell’Italia) quasi nove volte su dieci (88,6%) partono solamente perchè alle spalle vi sono i soldi della mamma (e del papà). Dunque, sebbene non costituisca sorpresa, le risorse finanziarie arrivano quasi sempre dai parenti, mentre le banche intervengono solamente nel 3%, e la partecipazione di aziende industriali non va oltre il 4%. I tanti decantati venture capitalist si fermano allo 0,4%.

L’Emilia-Romagna” – ha detto Paolo Bonaretti, direttore generale di Aster – “è la prima regione in Italia per numero di laureati in discipline tecnico scientifiche e per personale addetto a ricerca e sviluppo, ed è la seconda (dopo la Lombardia) per numero assoluto e densità di start up, il cui loro tasso di sopravvivenza è molto elevato (77%)”.

Leggi anche: Mamme al lavoro anche da casa, ecco una testimonianza efficace

In maniera ancora più dettagliata, la ricerca ha rilevato che dalla fine del 2013 al 30 aprile scorso le imprese innovative nell’apposito registro nazionale sono più che raddoppiate, crescendo del 123% da 1719 unità a 3842 unità. Quasi la metà hanno un fatturato inferiore a 500 mila euro e fino a un massimo di 9 addetti. E, soprattutto, sono nate grazie alla convinzione della mamma e del papà, che hanno evidentemente scommesso sui sogni dei propri figli, sostenendo finanziariamente (e non solo!) i progetti di successo e di realizzazione della cosa più importante della propria vita.