bimbocop
Bambino

Ricordate Giuliano? È il ragazzino più forte del mondo: si allena da quando aveva 2 anni. Ecco cosa fa oggi questo 13enne

 

Nel 2009 è stato registrato nel libro dei Guinness World Record per aver battuto i suoi avversari nella dieci metri sulle mani tenendo un peso tra le gambe. Il 24 febbraio 2010 ha registrato il record mondiale per il maggior numero di flessioni fatte senza mai far toccare i piedi al suolo. Tutto questo esercizio lo ha reso fisicamente possente ed esteso la sua fama nel mondo: è un ginnasta da quando aveva solamente due anni. Giuliano Stroe è solo un bambino di 13 anni nato in Italia ma di origini rumene. L’allenamento fisico, come è ben evidente, lo ha portato a raggiungere risultati inauditi in pochissimo tempo, rendendolo famoso in tutto il mondo per le sue precoci prestazioni fisiche. Già nel 2010, a soli 6 anni, il bambino registrava il record mondiale per il maggior numero di flessioni fatte senza mai far toccare i piedi al suolo. Il canale Youtube con le sue prodezze (ovviamente gestito dal padre) è seguitissimo. Al momento è considerato il bambino più forte del mondo. (Continua dopo la foto)

bimbodentro1

Proprio gli sforzi fisici cui Giuliano si è sottoposto, hanno suscitato anche molte polemiche… sotto l’occhio del ciclone è finito in primo luogo il padre, Julian, accusato di imporre a al bimbo uno stile di vita non adatto alla sua età. Per questo motivo i servizi sociali hanno levato la custodia di Giuliano al padre, il quale, tuttavia, ha lottato con ogni mezzo (utilizzando sopratutto i social) per riottenerla. Cosa che effettivamente è accaduta quando la neurologa Naie Niculina, incaricata di esprimersi sul caso, ha deciso a favore della famiglia, ritenendo che né Giuliano, né suo fratello, presentavano deficit mentali o psicomotori tali da giustificare il violento allontanamento dalla famiglia di origine. Insomma, la dottoressa ha confermato che il  bambino è completamente sano. (Continua dopo le foto)

bimbodentro bimbodeentro2

Al momento vive Piove di Sacco e ha migliaia di iscritti al suo canale YouTube e alla sua pagina Facebook. Proprio a causa della sua età, sul web si sono comunque alzate molteplici polemiche, soprattutto nei confronti del  padre, Julian, di 37 anni. “Non gli consento mai di allenarsi da solo, è solo un bambino e quando è stanco andiamo a giocare”, si è però difeso l’uomo. Il ragazzino continua oggi ad allenarsi e sui social è un vero fenomeno.