rudycop
mytraffic Notizie

“Sono morti sotto ai miei occhi, mio marito e mia figlia…”. Doveva essere una felice gita in famiglia. Padre, madre e tre figli erano sulla spiaggia a pescare quando è successo l’inimmaginabile

 

“Tutto suggerisce che sia stato un tragico incidente. Le condizioni meteorologiche sono cambiate radicalmente”. Il verdetto del medico legale è chiaro: morte accidentale. Travolti da un’onda gigantesca e inghiottiti dal mare impazzito all’improvviso. Così sono morti Rudy Bruynius e sua figlia McKayla, di soli due anni, che viveva sulla sedia a rotelle. Quel giorno i genitori avevano organizzato un’allegra uscita a pesca in Fistral Beach, a Newquay, sulla costa atlantica della Cornovaglia (Inghilterra). La piccola era legata alla sua carrozzina quando è stata scaraventata in mare assieme al papà e alla mamma Lisinda, sotto gli occhi terrorizzati degli altri due fratelli, che hanno assistito alla scena dalle rocce sovrastanti. Lisinda è riuscita a sopravvivere. I due figli Damian, sei anni, e Tyrone, dieci anni, che si trovavano più in alto sulle rocce, si sono salvati. Il padre e sua figlia sono stati recuperati dal mare dai soccorritori. Per Rudy, originario del Sudafrica e di professione giardiniere, e McKayla non c’è stato però nulla da fare: lui è morto in ospedale qualche ora dopo essere stato recuperato al largo della costa di Newquay, mentre la piccola si è spenta al Bristol Children’s Hospital quattro giorni dopo. L’inchiesta avviata a seguito dell’incidente si è conclusa oggi alla Truro City Hall con la constatazione della loro “morte accidentale” per annegamento, come riportano i colleghi di Cornwall Live. (Continua dopo la foto)

rudydentro3

“Siamo stati lì circa 30 minuti ed i ragazzi sembravano felici. C’era bel tempo e non avevamo problemi. Nel giro di cinque minuti l’acqua era salita a circa 2 metri. Ho detto ai ragazzi di andare più in alto sulle rocce. Poi una massa di acqua ci ha travolti – racconta sotto choc la madre – Neanche il tempo di dirci qualcosa e una seconda massa più grande di acqua ci ha trascinati in mare”.  (Continua dopo le foto)

rudydentro2

IRVING OF EXETER YOUNGSTERS DICING WITH DEATH IN STORMY SEAS AT WOOLACOMBE NORTH DEVON.JPG

Dopo averli visti in acqua, un uomo, Chelsey Cawley, ha chiamato i soccorsi. Jarrod Yewen, che ha condotto l’indagine per conto del medico legale, ha detto: “Nessuno avrebbe potuto prevedere gli effetti delle condizioni meteorologiche. Il tempo è cambiato così drammaticamente e in fretta”.

rydydentro