“Signora, deve abortire”. A 24 settimane non ha scelta ma lei si oppone al medico

Hannah Morris, 27 anni, di Washington, era in attesa di due gemelli ma, durante una visita, il medico le aveva detto che avrebbe dovuto abortire perché stava perdendo liquido amniotico per via della rottura pretermine delle membrane. Probabilmente la donna aveva trascurato un’infezione che l’aveva portata alla rottura delle acque a 24 settimane. Quando il medico le ha detto che avrebbe dovuto abortire, la donna si è istintivamente rifiutata nonostante il medico le avesse detto che i suoi bambini rischiavano di nascere con gravi complicazioni o, peggio ancora, morti.

Ma Hannah sentiva che stava facendo la cosa giusta. Per le settimane a seguire, ha bevuto 8 litri di acqua al giorno e non si è quasi mai alzata dal letto. Alla 34esima ha dato alla luce i suoi due bimbi George e Alfie King. I bimbi sono nati con parto cesareo. Ma Hannah ha dovuto sopportare dei maltrattamenti dal medico che le aveva consigliato l’aborto. L’uomo, infatti, le ha dato della “disumana” per via della sua decisione. Continua a leggere dopo la foto

hannah5

Hannah ha sofferto moltissimo per via di quelle parole del medico. Le acque, in genere, si rompono a 37 settimane ma nel 2% dei casi può capitare che si rompano prima. Quali sono i rischi quando non ci sono le acque? Che i bimbi nel grembo contraggano delle infezioni anche gravi. Ora, però i figli di Hannah, che era già mamma prima dei gemelli, stanno benissimo. E la donna si chiede: “Cosa sarebbe successo se avessi dato retta ai medici e avessi abortito?”. Alla 12esima settimana di gravidanza ad Hannah era stata diagnosticata una piccola infezione ma l’infermiera le aveva detto che era meglio non prendere antibiotici. Continua a leggere dopo la foto

hannah3 hannah2 hannah

{loadposition intext}

E invece, se avesse preso l’antibiotico, probabilmente non le si sarebbero rotte le acque. “È successo tutto per colpa di quell’infermiera”, ha raccontato Hannah al Daily Mail. Poi, quando le acque si sono rotte, il medico le ha detto che i gemelli non avevano chance di sopravvivere. E invece le cose sono andate diversamente. “Sta solo provocando un dolore in più ai suoi figli – le aveva detto il medico – lei è una donna disumana”. E invece Hannah aveva ragione. “I miei bambini sono la dimostrazione che non sempre i medici hanno ragione e che l’istinto di una mamma è più forte di qualunque cosa”.

Dieta vegana in gravidanza: è possibile?