donnacop
Notizie

Senza vergogna! Mentre il figlio di 3 anni moriva di freddo sul portico di casa, lei era svenuta perché troppo fatta. E adesso la svolta che fa infuriare tutti

 

Era troppo fatta per rendersi conto di quanto stava accadendo. Metanfetamine e marijuana hanno sopraffatto ogni istinto materno in lei. Non poteva sentire le grida del piccolo Landyn Melton, che la implorava di farlo rientrare in casa. Jamie Lyn Basinger, 24 anni, di Morganton, in Nord Carolina, si è dichiarata colpevole di omicidio colposo. Ma nonostante sua confessione, i giudici hanno deciso che non andrà in prigione. Il figlio di 3 anni moriva di freddo sul portico di casa, mentre lei giaceva svenuta e drogata. Era la sera del 14 marzo quando Landyn uscì dalla sua stanza e poi fuori di casa senza che la madre se ne accorgesse: era svenuta dopo che, per sua stessa ammissione, il giorno prima aveva assunto metanfetamine e quella sera aveva fatto uso di marijuana. Il bimbo ha urlato, ha pianto disperatamente e ha sbattuto i pugni sulla porta di vetro, ma non c’era nulla che riuscisse a svegliare Jamie. A trovare il piccolo la mattina del 15 marzo, il giorno dopo il suo compleanno, è stato un vicino di casa che ha immediatamente chiamato i soccorsi: quando i medici sono arrivati sul posto era già morto per il freddo, come ha confermato l’autopsia. (Continua dopo la foto)

donnadentro«Mentre lei era svenuta in casa, Landyn moriva di freddo – ha detto il pm Michelle Lippert al giudice Nathanial Poovey – Doveva sorvegliare il suo bambino. Aveva appena compiuto 3 anni ed era in strada, di notte, al gelo. Per sua stessa ammissione non lo ha sentito: stava dormendo mentre lui moriva di freddo». La donna accettò un patteggiamento: da 19 a 32 mesi, con pena sospesa, oltre a tre anni di libertà vigilata. Dovrà anche assicurare 72 ore di servizio alla comunità e rispettare tutti gli ordini del Dipartimento dei servizi sociali per quanto riguarda l’altro figlio.  (Continua dopo le foto)

donnadentro1 donnadentro2

“La mia cliente aveva perso i sensi, non ha capito neanche per un momento cosa stesse accadendo”, ha detto l’avvocato Frank Webster. “Quando questo è avvenuto, quando ha visto Landyn sulla veranda, è scoppiata in lacrime, cadendo a terra. Non ha mai smesso di piangere da allora, vostro onore” ha detto in tribunale. “Mia figlia dovrà convivere con quello che è successo per il resto della sua vita – ha detto Brenda Basinger, la madre di Jamie, al News Herald – Se Landyn fosse qui, sarebbe felice di sapere che la sua mamma torna a casa”.