pills
Notizie

Scambia le pasticche del nonno per caramelle: in coma un bimbo di 2 anni

 

“Forza piccolo angelo, siamo tutti con te” scrivono così le mamme dei suoi compagni del nido. A Vasto, in Abruzzo, Marco (nome di fantasia), un bimbo di 2 anni, lotta da due giorni tra la vita e la morte per una banale distrazione. Altre 24 ore di terapia intensiva per tentare di salvargli la vita. Era a casa con il nonno e ha mangiato una caramella che gli è stata fatale.

(Continua dopo la foto)

pasticche 2

È ricoverato ancora nel reparto di rianimazione dell’ospedale Torrette di Ancona il bimbo di due anni che ha rischiato di morire per avere ingerito alcune pasticche del nonno, scambiando farmaci per caramelle. Il piccolo non poteva sapeva! L’ha trovata per terra e i bimbi…mettono tutto in bocca. Le sue condizioni migliorano, ma per sicurezza è stato intubato e sedato. Attualmente è in coma farmacologico. A salvargli la vita è stata la mamma che si è accorta subito che il figlioletto aveva ingerito la medicina ed è corsa in ospedale. All’inizio il bambino reagiva e stava bene, mostrava soltanto una ipotonia muscolare. Ma i pediatri del vicino pronto soccorso hanno capito la gravità della situazione e il bimbo è stato portato con un elicottero all’ospedale specializzato di Ancona. Infatti il piccolo di lì a poco ha iniziato a peggiorare.

Le prossime ore serviranno per disintossicare il piccino, annullare l’effetto dei farmaci ingeriti e recuperare la tonicità muscolare. La prognosi resta riservata. Il peggio comunque è passato, non dovrebbe essere più in pericolo di vita. A Vasto seguono tutti con affetto la vicenda e sperano di poter rivedere presto il piccolino sgambettare davanti a casa.