cbd-insonnia
Salute e benessere

Rimedi naturali contro l’insonnia: CBD nuova soluzione?

Oggigiorno sono in tanti a soffrire di disturbi legati al sonno: insonnia e stress sono spesso sottovalutati, tuttavia sono patologie molto fastidiose e in certi casi del tutto invalidanti per i soggetti che ne soffrono.

La nuova frontiera benessere è del tutto naturale ed è rappresentata dal CBD, un principio attivo presente nelle piante di canapa sativa dalle proprietà terapeutiche e rilassanti.

I prodotti a base CBD sono reperibili con estrema facilità negli ultimi tempi. Negozi specializzati, farmacie o e-commerce sono in grado di fornire il CBD sotto diverse forme.

Per esempio, è possibile acquistare prodotti a base di CBD online, tra cui l’olio che è uno dei prodotti più commercializzati in quanto si presta a numerosi usi e modalità di applicazione.

Ci sono ancora molti miti da sfatare intorno a questo argomento, poiché sovente il CBD viene confuso con un’altra famosa molecola contenuta nelle stesse piante: il THC.

Le differenze tra queste due sostanze sono notevoli e andranno analizzate meglio per capire in che modo il CBD può essere impiegato nel trattamento dei disturbi sopracitati e produrre ulteriori benefici.

Il CBD può aiutare contro l’insonnia?

La comunità scientifica sta dimostrando molto interesse nei confronti del CBD, che racchiude in sé diverse potenzialità con effetti in campo terapeutico e non solo.

Che la canapa abbia effetti rilassanti è cosa risaputa da molto tempo, ma ancora mancavano i giusti fondamenti scientifici in grado di confermare la sua potenziale utilità in ambito terapeutico.

I passi avanti da questo punto di vista sono stati notevoli, nonostante ci si trovi ancora agli albori in questo settore.

Come che sia, molti studi hanno constatato l’efficacia del CBD nell’alleviare i sintomi di ansia e stress, le principali cause di insonnia oggi, dando il via alla commercializzazione di prodotti atti a contrastare questi disturbi.

Il CBD andrebbe infatti ad interagire sugli stessi circuiti neurali legati agli stati d’ansia e simili, così come fa notare uno studio sul tema portato avanti dalla famosa azienda Eusphera.

Oltre a ciò, il CBD sembra presentare caratteristiche analgesiche ed antinfiammatorie, le quali lo rendono adatto al trattamento di fastidi muscolari.

Meno famose ma sempre interessanti, sono le potenzialità cosmetiche relative a questa molecola, che può essere utilizzata per contrastare dermatiti o eczemi.

Più nebulose sono le potenzialità terapeutiche per malattie più gravi, per le quali sono ancora in corso studi e ricerche scientifiche.

Insomma, la comunità scientifica è in fermento nonostante ancora si conosca poco delle potenzialità di questa interessante molecola, che potrebbe aiutarci a sconfiggere dei disturbi in maniera del tutto naturale.

Nonostante tutto ciò, esistono ancora molti pregiudizi e falsi miti sulla questione, che andranno opportunamente sfatati per non rendere sterile tutta la discussione su questo tema.

Effetti del CBD sul sonno

Cosa si sa di certo?

Stando alle ricerche portate avanti dai principali poli universitari di Brasile, Stati Uniti e Germania, sono state messe in luce le proprietà attive di questa importante molecola contenuta nella cannabis legale.

Si tratterebbe, infatti, di una molecola molto simile ad altre prodotte autonomamente dall’organismo umano. Un complesso sistema di neuro-recettori che aiuta il corpo a mantenere uno stabile equilibrio interno, sia psichico che fisico.

Al centro degli studi, in particolar modo, vi sono tre neuro-recettori, il CB1, Cb2 e il 5-HT1A. Questi sono coinvolti nella regolazione dei livelli e dell’assorbimento di neuro-trasmettitori come la serotonina, la dopamina e la noradrenalina.

In che modo questo aiuta le persone a concedersi un tranquillo sonno ristoratore?

La questione è presto risolta: serotonina, dopamina e noradrenalina, infatti, sono alcuni tra i principali responsabili nella regolarizzazione del battito cardiaco e del ritmo respiratorio. Garantita una normale ossigenazione del sangue, infatti, spariscono tutti quei disturbi (ansia, nervosismo o stress) che possono provocare una mancanza di sonno o la difficoltà ad addormentarsi.

Proprio grazie all’azione del CBD sulla funzione di questo sistema di neuro-recettori e neuro-trasmettitori, la cannabis legale è stata riconosciuta dalla comunità scientifica come un rimedio fito-terapeutico efficace contro l’insonnia

Prodotti a base CBD: la situazione sul mercato 

Acquistare prodotti a base CBD non è molto difficile, tuttavia richiede un minimo di informazione, poiché non è consigliato affidarsi a distributori non autorizzati o sconosciuti.

L’idea migliore è sempre di recarsi in farmacia o rifornirsi attraverso e-commerce certificati come JustBob, i quali possono offrire prodotti di indubbia qualità ed efficacia.

I prodotti possono essere di varie tipologie, ognuna con specifiche applicazioni, terapeutiche e non solo.

Tra i preferiti dai consumatori c’è l’olio CBD, il quale risulta molto flessibile per i vari utilizzi: basterà assumere poche gocce per riscontrare effetti rilassanti e calmanti, ma può essere anche utilizzato per fini cosmetici, contro acne e dermatiti.

A questo scopo, sono maggiormente indicate le creme CBD apposite, tuttavia anche l’olio si comporta molto bene.

Non mancano poi hashish legale e erba light, così come anche semplici pillole: si tratta di un mercato in espansione ma anche oggi sono tanti i prodotti che possiamo trovare in commercio. In base alle preferenze personali che si hanno in merito si può scegliere per un metodo di assunzione piuttosto che per un altro.