reflusso 1
Bambino

Quel rigurgito fastidioso nei neonati: tutti i rimedi per farlo passare

 

Appena finita la poppata ci aspettiamo che il bambino, dopo il ruttino, si assopisca e dorma tranquillo e invece in molti casi non è così a causa di un fenomeno molto frequente nei neonati, quella fuoriuscita di latte e saliva dalla bocca del bambino che spesso si manifesta durante la poppata o nelle ore a venire, durante la digestione.

(Continua dopo la foto)

Reflusso-neonato

Il rigurgito del bambino, quello che provoca il famoso “ruttino” è quasi sempre fisiologico, fino a quando non accade proprio sempre e non impedisce la corretta crescita del piccolo. In quel caso il rigurgito va affrontato con il pediatra perché è dettato dal reflusso gastroesofageo, dovuto proprio all’immaturità dell’apparato digerente che non è ancora abituato a lavorare in quella maniera per alimentare l’organismo del piccolo. In effetti, tutto ciò è relativo al funzionamento del cardias, la valvola che trattiene il cibo ed evita di farlo risalire nell’esofago: il cardias non si contrae, l’esofago non si appiattisce ed il cibo risale comportando la fuoriuscita dalla bocca.

Reflusso-bambini

Cosa fare

  • Cercare di mettere il piccolo in una posizione favorevole alla digestione e che contrasti la risalita di latte e saliva. Porlo per circa 15 minuti dopo la poppata in posizione verticale, oppure adagiarlo sul letto disponendolo con il capo sollevato di 30 gradi, di modo che il latte possa rimanere nello stomaco per la digestione e la valvola possa compiere il suo normale lavoro.
  • Il bambino non deve mangiare più del dovuto e se è allattato al seno è preferibile fare una pausa durante le poppate, mentre se prende il latte artificiale, il pediatra potrebbe prescriverne uno più denso
  • farlo dormire con un leggero rialzo sotto la testa
  • metterlo a nanna dopo 15 minuti dalla poppata e a pancia in sù, la posizione più sicura, secondo i pediatri, anche per scongiurare casi di soffocamento da rigurgito o di “morti in culla”

Quando passa? Il reflusso è un disturbo che colpisce entro i primi mesi di vita e passa nel 95% dei casi entro i 18/24 mesi. Infatti quando il reflusso è di tipo fisiologico, i miglioramenti si avranno con il tempo, innanzitutto perché il cardias si abituerà a lavorare in maniera regolare e l’apparato digerente raggiungerà una maturità tale da comportare un equilibrato e normale ciclo digestivo.

Nel frattempo…cosa fare? Introdurre nella dieta del bambino cibi solidi aiuterà: nel frattempo si può passare ad un latte forumlato più denso rispetto a quello che stavamo usando. Comunque è bene sempre chiedere al pediatra, che consoce nello specifico il nostro bambino.