aucop
Donna

“Quel difetto? Mi fa schifo e l’ho preso da lei”. Aurora Ramazzotti parla del suo aspetto fisico e dice di piacersi, tranne che per quel “piccolo” particolare. Ed è tutta “colpa” di Michelle

 

Quando, lo scorso anno, venne ufficializzata la sua conduzione della striscia quotidiana di X Factor su di lei piovvero migliaia di critiche. “Sei una raccomandata”, questo il tenore. Tanto che in campo per difenderla scese persino il padre, Eros Ramazzotti. Quest’anno per Aurora è tempo della conduzione in prima serata su Canale 5 insieme alla madre di “Vuoi scommettere?”. E lei, nonostante i  21 anni, dimostra di avere le idee molto chiare. In questa intervista a Libero parla delle sue aspirazioni ma anche del suo rapporto coi genitori, soprattutto con la mamma Michelle Hunziker alla quale è legatissima. Anche se quando afferma che è la madre  sembrare più giovane, nelle sue parole si intravvede un piccolo e mal celato disagio… Disagio palese quando parla di quel difetto fisico ereditato proprio da lei e che la fa così arrabbiare.

(Continua dopo la foto)

audentro4Per la seconda volta la figlia di Eros e Michelle presenta la striscia quotidiana di X Factor, ad appena 19 anni: «Questo è un mestiere che si impara facendolo e io lo scopro ogni giorno. Incontro tante difficoltà, ho a cuore quello che faccio e ci tengo a migliorarmi. Sono ancora molto giovane, il percorso è lungo. Meno male che ci sono degli ottimi professionisti con i quali posso confrontarmi. Stiamo anche cercando di cambiare un po’ il programma rispetto a com’ era gli anni scorsi, rendendolo più vero, meno costruito». La ragazza assicura di non chiedere consigli ai genitori: «Da una parte il consiglio del genitore è bello che arrivi da sé. Sono entrambi professionisti nei campi coi quali ho a che fare. Se ci ritroviamo a parlare magari mi suggeriscono di evitare alcune cose o farne altre, ma senza mai imporsi. Non sono imperativi i loro. Credono tanto in me e vogliono che io emerga da sola. Anche perché la loro influenza nella mia vita si sente sia come presenza che come nome. Non dev’ essere facile per loro».

(Continua dopo la foto)

audentonuo

Ma cosa significa essere figlia di due personaggi così importanti? «La verità è che prima di essere le persone che sono, per me sono mamma e papà. Quindi non sento il peso del nome e della loro carriera: me lo fanno sentire gli altri. Ho scelto io – assicura – di fare questo mestiere e non mollerò perché mi piace. Molte persone sono state virtualmente molto ostili nei miei confronti.  Avrei anche potuto fare schifo o semplicemente non piacere. Volevo solo dimostrare che questo è quello che voglio fare». E ammette che sì, è una raccomandata: «Ma ci sono tante cose nella vita che non si possono scegliere. Non ho scelto di essere figlia di due personaggi famosi. Quindi o facevo una cosa che non rientrava fra le mie passioni e avrebbe potuto rendermi infelice, oppure mi assumevo le responsabilità di una scelta che sapevo sarebbe stata difficile». E poi la 19enne parla del proprio aspetto fisico: «I miei piedi – ammette – sono veramente brutti e mi sta venendo l’ alluce valgo come a mia madre. Che fra tutte le parti del corpo che potevo prendere da lei, mi fa arrabbiare. E poi sono davvero permalosa. La mamma mi prende sempre in giro per temprarmi e alla fine un po’ funziona. Penso di essere molto simile a mio papà, fisicamente. Caratterialmente sono un bel mix: solare come la mamma e ingenua e pigra come il papà. Se andiamo in montagna preferiamo la polenta taragna alla passeggiata di otto ore».

(Continua dopo la foto)

audentrotre

Aurora non teme il confronto con la mamma, anzi assicura che sia un problema che non si pone minimamente. «Io no. È la gente che lo fa di continuo. Ma tendo a distinguermi: io sono io. Poi abbiamo 20 anni di differenza anche se tra un po’ sembra più giovane lei: è un grande esempio per me. Ci sono molte cose per le quali vorrei essere come lei. Dicono che mia madre sia molto meglio, ma a me non interessa. Ho sempre saputo – continua – che lo spettacolo faceva per me. Fin da bambina amavo intrattenere le persone, ho sempre seguito i miei al lavoro».

audentro5