Boy reading book in library
Guide e Consigli

Piccoli lettori crescono: come abituare i bambini ad amare i libri

 

Quello della lettura è un tema che nel nostro paese suscita sempre imbarazzo: i bambini leggono poco, per non parlare degli adulti, i bambini sono “azzittiti” da ipad e smartphone e forse è già tardi. Ecco perché, invece, andrebbero esposti da subito e come abituarli a leggere.

(Continua dopo la foto)

bambino-che-legge

Scegliere i libri giusti: cominciate con lo scegliere i libri giusti per la loro età e per le loro competenze: non le vostre fiabe preferite, non raccolte che contengono 50 storie.  I libri giusti per loro che hanno uno o due anni sono quelli “cartonati”, vale a dire con poche pagine robuste, che non si strappano e si possono esplorare con tutti i sensi (le mani, gli occhi, la bocca). I libri giusti sono quelli che contengono illustrazioni curate, legate alla loro quotidianità, disegnate in modo che si distinguano dal fondo. Un’immagine per pagina all’inizio, con pochi e chiari elementi da decodificare. I libri giusti sono quelli che presentano brevi testi, poche parole selezionate che spiegano il mondo, aiutano a nominarlo, a conoscere meglio se stessi, l’ambiente di riferimento, la natura circostante. Quelli che lo invitano a giocare con le pagine, a infilare le dita nei buchini, a passare la mano sopra una parte ruvida o in rilievo, a sollevare una finestrella e a stupirsi di ciò che trovano dall’altra parte.

Occorre la presenza di un genitore: i libri vanno letti insieme. Sono un rituale del giorno. La voce della mamma, o del papà, ma soprattutto il vostro atteggiamento, i sorrisi, le espressioni, la serenità che trasferite al bambino mentre indicate le figure, enfatizzate i suoni, aggiungete parole, carezze, giochi, attenzioni. Questo conta. La relazione che si instaura tra di voi intorno al libro e grazie ad esso.

Il tempo della lettura insieme: deve essere lento ed esclusivo. Deve essere intenso, sentito, partecipe. Quando leggete al vostro bambino non bisogna avere fretta. Il bambino deve sentire noi tranquilli, rilassati, contenti di essere lì in quel momento. Deve essere un tempo gioioso, di cura e coccole.

Costruiamo insieme la loro biblioteca casalinga. Cominciamo a costruirla con metodo, con scaffali bassi che possano raggiungere autonomamente e con una selezione di libri di qualità dagli stili differenti, di generi differenti, di autori ed epoche differenti. Più sarà ricca, varia, ragionata, più avrete la possibilità di incontrare i loro gusti e inclinazioni personali. E quando cominceranno a leggere da soli, non si sentiranno disorientati ma sapranno quali sono le storie e gli “amici personaggi” su cui fare affidamento

Infine al termine della lettura è bene sempre riporre ordinatamente il libro insieme al bambino: solo così imparerà a rispettarne il valore.