Businessmen and Clock
Salute e benessere

Non solo vi rende felici, ma aiuta le funzioni del cervello, sia nello sviluppo che da adulti. Come aumentare la serotonina, l’ormone della felicità

 

Conosciuto come l’ormone della felicità, la serotonina è un neurotrasmettitore che fa comunicare neuroni vicini, fondamentale per regolare il tono dell’umore, il sonno, l’appetito, la temperatura corporea, l’apprendimento, l’attenzione, la motivazione e la memoria. E’ coinvolta nella regolazione del desiderio sessuale. E ora una scoperta dell’Università di Pisa ci dice che questo ormone ci preserva da alcune malattie. Come averne di più nel nostro organismo? (Continua dopo la foto)

cervello-1

La serotonina è essenziale per “preservare” i circuiti neuronali, sia durante lo sviluppo, periodo in cui il cervello possiede una spiccata plasticità, sia da adulti. I ricercatori responsabili di questa scoperta fanno parte del gruppo di ricerca di Massimo Pasqualetti, docente del dipartimento di Biologia, e sono gli stessi che hanno “fotografato” in passato per primi come il cervello si sviluppa in assenza di serotonina. Durante l’arco della nostra vita, fattori genetici, specifici trattamenti farmacologici, oppure molteplici fattori ambientali come lo stress o una dieta povera di triptofano, possono portare a uno sbilanciamento dei livelli di serotonina nel cervello. Alla luce di queste nuove scoperte, emerge la possibilità che questi fattori possano modificare la struttura anatomica dei neuroni serotoninergici interferendo con il loro normale funzionamento. Questi risultati inoltre contribuiscono a svelare come uno sbilanciamento dei livelli di questo importante neurotrasmettitore possa contribuire all’insorgenza di patologie neuropsichiatriche come i disturbi dell’umore. Come far sì che nel nostro organismo ci sia sempre un adeguato livello di serotonina? (Continua dopo le foto)

gli-ormoni-della-felicita

donna-felice

ll nostro organismo produce la serotonina a partire dal triptofano, una sostanza che possiamo assumere attraverso l’alimentazione. Tra gli alimenti di origine animale che contengono triptofano troviamo uova, latte e latticini, carne e salmone. Per quanto riguarda i cibi vegetali, il triptofano è presente in semi di soia, semi di sesamo e di girasole, cacao, cioccolato fondente, patate, banane, riso, cereali integrali, verdure a foglia verde, noci e mandorle. Vi sono poi alcuni alimenti che rappresentano delle vere e proprie fonti di serotonina. Tra di essi i più famosi sono il cacao e il cioccolato fondente, ma dobbiamo ricordare anche noci, kiwi, ananas, ciliegie visciole, pomodori, banane e prugne.