bimbocop
Primo Piano

“Non respira più! Oh mio Dio”. La mamma è andata al lavoro e si è dimenticata i tre figli in macchina, sotto il sole cocente. Quando il padre si accorge di tutto, è troppo tardi

 

Ennesima tragedia famigliare come, purtroppo, sempre più spesso siamo costretti ad ascoltare. Una mamma ha lasciato i suoi tre figli da soli in macchina sotto il sole per andare a lavorare nel negozio del padre a Chattanooga, in Tennessee, in un giorno in cui le temperature toccavano i 30°. Troppo caldo per resistere, soprattutto per la più piccola. Uno dei tre figli, una bimba di appena 11 mesi, non è sopravvissuto a quell’inferno di caldo. Travis McCullough, 30 anni e Jessica Tollett, 24, sono stati arrestati domenica scorsa, 24 ore dopo che la morte della loro giovanissima figlia. Secondo quanto riportano i media americani, sarebbe stata una donna a chiamare la polizia dopo aver visto i bambini chiusi nell’auto sotto il sole. Quando McCullough si è accorto di cosa è accaduto, è corso verso la macchina, l’ha aperta e ha preso in braccio la figlioletta. Ma poi si è messo ad urlare perché lei non respirava già più. A quel punto, avrebbe dato la bambina in braccio alla donna e sarebbe fuggito, in preda al panico totale. (Continua dopo la foto)

bimbadentroLa portavoce della polizia di Chattanooga, Elisa Myzal, ha riferito che i due bambini sopravvissuti presentavano “segni di trascuratezza, malnutrizione e possibili abusi, con tagli sul corpo ben visibili”. Insomma, quello che si è profilato è uno scenario agghiacciante di una famiglia in cui i figli subivano probabilmente atti di violenza. I bambini (età e sesso non sono stati rivelati) sono stati portati in un ospedale e saranno dati in custodia dalla Child Protective Services. (Continua dopo le foto)

bimbodentro bimbodentro2

Secondo gli inquirenti, l’appartamento della famiglia è stato rinvenuto in condizioni “atroci”: una stanza era “piena di feci e urina”. Il frigorifero in casa era vuoto. McCullough dovrà rispondere di omicidio colposo e di tre imputazioni per abbandono aggravato di minore. La sua cauzione è stata fissata a un milione di dollari. La madre, invece, è stata accusata di vari crimini tra cui abuso aggravato su minore e negligenza.