quintuplé
mytraffic Notizie

”Non credevo ai miei occhi”. Alle stelle per aver scoperto di aspettare un figlio, va dal medico per un controllo ed è ”choc” puro. L’ecografia non mente e per la coppia la sorpresa è decisamente inaspettata

 

È un fatto risaputo che le cure ormonali e le fecondazioni assistite incidano enormemente sulla probabilità che si abbia una gravidanza gemellare mentre l’incidenza di una gravidanza gemellare “spontanea” cioè senza essere ricorsi a cure ormonali o fecondazione assistita è di 1 nascita su 80 per i bigemini, e di 1 nascita su 8.000 per i trigemini, mentre per le nascite quadrigemellari si verifica un caso ogni 730.000 nascite. Ma quando i gemelli sono cinque il fatto fa giustamente notizia. Così è accaduto a una giovane coppia che vive nel Kentucky, negli Stati Uniti. Briana e Jordan Driskell, 26 anni, hanno cercato per due anni di avere un figlio ma la gravidanza tardava ad arrivare. Stanchi di aspettare, la coppia ha deciso di prendersi cinque mesi di pausa, per poi riprovare nell’ottobre del 2016 con delle iniezioni di ormoni. Poco dopo le analisi del sangue confermano il suo presentimento: Briana è incinta. Ma la felicità ha presto dovuto lasciare il posto a una sorpresa ben più grande. Durante l’ecografia dell’ottava settimana il medico comunica alla coppia una notizia scioccante. (Continua a leggere dopo la foto)

quintuplé2

“Ho quasi perso i sensi”, ricorda Jordan. E ne ha ben ragione; quando guardano sullo schermo vedono quello che vedono è al limite dell’assurdo: nel grembo della ragazza ci sono ben cinque bambini. “Ero così scossa da non riuscire neanche a parlare. – ha detto la neomamma – Mi sono messa a fissare lo schermo. Non riuscivo a credere ai miei occhi”. Nonostante i due fossero a conoscenza della possibilità di poter avere gemelli, o una tripletta, una gravidanza del genere si presenta una volta su cinquanta milioni di casi. Alla 22esima settimana di gestazione, la donna è stata ricoverata in ospedale. La sua cervice si era accorciata. “Volevo arrivare alla 30esima settimana”, spiega Briana, ma, visto che aveva la pre-eclampsia, i medici si erano visti costretti a intervenire con un cesareo già alla 28esima settimana. (Continua a leggere dopo la foto)

quintuplé4 quintuplé3

Ed è così che, il 2 maggio del 2017, Zoey, Dakota, Hollyn, Asher e Gavin sono venuti al mondo; 3 femmine e 2 maschi. I piccoli sono nati prematuri ma in salute. In soli 4 minuti. Dal momento che la donna era molto debole e c’era il rischio che la sua pressione sanguigna si alzasse troppo, non le è stato concesso vedere i figli immediatamente, ma solo il giorno successivo. “Quando li ho finalmente visti, piangevo così tanto da non riuscire quasi a respirare. Non potevo credere di essere diventata mamma. Mi sembrava surreale”, ricorda Briana.