vomito
Gravidanza

Nausea e vomito in gravidanza: ecco perché lo zenzero fa bene

 

Uno dei primi sintomi dell’inizio della gravidanza, è quel senso di nausea che si ha fin dal mattino, talvolta così forte da diventare vomito. È più frequente durante il primo trimestre e a volte inizia già dopo due settimane dal concepimento. Perché avviene e quali sono gli ultimi rimedi naturali prescritti dai medici?

(Continua dopo la foto)

Pregnant woman is about to vomit.

Per nausea e vomito, un problema più o meno grave per circa l’80% delle donne in gravidanza, se in forma moderata o lieve, ecco i suggerimenti delle nuove le linee guida del Royal College of Obstetricians and Gynaecologists, organizzazione britannica che opera nell’ambito dell’ostetricia e della ginecologia.

Le nuove linee guida forniscono un’alternativa ai farmaci con lo zenzero, che ha delle proprietà antiemetiche, da utilizzare da solo, grattugiato nelle bevande, oppure aggiunto nelle farine per i biscotti, le torte, o anche nelle ricette in cucina.

Sì anche con l’agopressione sul polso, magari indossando appositi braccialetti. Secondo gli esperti del Royal College, però, è meglio non ricorrere all’ipnosi, perché non ci sono sufficienti evidenze scientifiche a supporto di una sua validità. Al tempo stesso, i farmaci, in particolare gli anti-emetici, e il ricorso eventuale alle cure ospedaliere, anche per non andare incontro a una grave disidratazione, cioè la mancanza di liquidi, sono importanti nei casi di iperemesi gravidica, ciò nei casi più gravi di nausea e vomito persistenti.

Le cause Le cause della nausea mattutina non sono completamente chiare, ma si ritiene che le modifiche ormonali della gravidanza possano essere una concausa. In rari casi la nausea o il vomito continui o molto forti potrebbero essere causati da disturbi non collegati alla gravidanza, ad esempio da malattie della tiroide o del fegato.

vomito2

Cos’altro fare? 

Per alleviare la nausea mattutina si consiglia:

  • Scegliere attentamente gli alimenti. Preferite quelli ricchi di carboidrati, poveri di grassi e facili da digerire. In alcuni casi sono utili i cibi salati o quelli che contengono lo zenzero, ad esempio le caramelle o i biscotti allo zenzero. Evitate gli alimenti oleosi, speziati e grassi.
  • Fare tanti piccoli spuntini. Prima di alzarvi di mattina, mangiate alcuni cracker salati o un pezzo di pane tostato. Distribuite gli spuntini nel corso della giornata, anziché fare i classici tre pasti principali. La nausea, infatti, può peggiorare a stomaco vuoto.
  • Bere molto. Bevete dell’acqua o delle bevande aromatizzate allo zenzero. Può anche essere utile tenere in bocca una caramella dura, un ghiacciolo o una mentina.
  • Fare attenzione ai fattori scatenanti. Evitate gli alimenti e gli odori che sembrano peggiorare la nausea.
  • Prendere una boccata d’aria fresca. Tempo permettendo, aprite le finestre di casa o dell’ufficio. Fate ogni giorno una passeggiata all’aria aperta.
  • Assumere le vitamine a tempo debito. Se la nausea compare dopo aver assunto le vitamine, spostatene l’assunzione alla sera o durante uno spuntino. Può anche essere utile tenere in bocca un chewing-gum o una caramella dura dopo averle assunte. Se nemmeno così vi sentite bene, chiedete al medico di passare a un integratore che non contenga ferro.