inappetente
Guide e Consigli

Mangia sempre le stesse cose: come convincere il bambino a mangiare ciò che fa bene alla sua crescita

 

Qual è la reazione istintiva di un genitore che vede il figlio effettuare uno stoico sciopero della fame? Certamente quella di preoccuparsi, e insistere per farlo mangiare. Si passa da un sistema istintivo all’altro, preparando manicaretti, mascherando i cibi rifiutati in forme più accattivanti, insistendo per fargli mangiare almeno un boccone. E spesso più ci si impegna in queste imprese, più si ottiene l’effetto opposto a quello desiderato. Nella società contadina basata sul sostegno reciproco e su una rete di aiuti, le neomamme si facevano guidare nel bene e nel male interamente dalle loro madri, sorelle e parenti. La crescita dei bambini era affidata a tutte le donne e il saper badare ai figli era una conoscenza comune. Nella società moderna questa rete di contatti viene spesso meno; inoltre si fanno figli sempre più tardi e si inizia la ricerca dell’esperto per conoscere il metodo perfetto.

(continua dopo la foto)

bambini_verdure

Ciò che è importante dinanzi ai bambini inappetenti è non entrare nella spirale dell’ansia e dell’agitazione ogni volta che ci si siede tavola: non si ottiene altro che innescare un circolo vizioso che procura ancora più ansia ed agitazione al bambino e peggiora, ancor di più, il rapporto con il momento del pasto.
Importante apparecchiare la tavola in modo ordinato e piacevole serve ad inviare un messaggio positivo al bambino, qualunque sia la sua età. Spesso i bambini inappetenti hanno difficoltà ad interrompere l’attività che stanno svolgendo per andare a tavola. Farli mangiare con gli adulti, in modo da “lavorare” sull’aspetto emulativo del bambino sia per quanto riguarda l’accettazione del tipo che la sua varietà (molti bambini mangerebbero sempre le stesse cose).

inappetente

inappetente2Molti genitori, infatti, avranno notato che i loro bambini non mangiano se chiamati a tavola, ma mangerebbero guardando la televisione o continuando a giocare. Negli asili e nelle scuole materne, infatti, ci si prepara al pranzo con gesti sempre uguali. Si rispetta sempre lo stesso orario, ci si lavano le mani, spesso sono proprio i bambini, anche molto piccoli, a prendere tutto il necessario per preparare la tavola. E’ necessario anche a casa evitare improvvisazioni e fretta e annunciare per tempo l’ora di cena. Essere calmi e regolari anche prima del pasto. Bisogna poi tollerare anche che un pasto venga saltato. Meglio un pasto in meno di un bambino che una crisi isterica!