serena-cop
Famiglia

Mancano pochi giorni e nascerà Diego! Per l’attrice è iniziato il conto alla rovescia. E pensare che quando ha incontrato il futuro papà pensava non sarebbe durata e…

 

Sta per nascere! A ottobre diventerà mamma del piccolo Diego. Serena Rossi è al settimo cielo per l’imminente nascita. Così anche il compagno, Davide Devenuto. Per loro, dopo una lunga relazione, è arrivato il momento della svolta. E pensare che, quando iniziò la loro storia, lei non credeva potesse durare, come racconta al settimanale Grazia che l’ha intervistata: “All’inizio non avevo voglia di un legame vero, ma dopo quattro mesi, invece, già vivevamo insieme”.

(Continua dopo la foto)

serena-dentro La loro storia d’amore ha avuto anche uno stop:  “Ci siamo allontanati quattro anni fa, siamo stati un anno separati. Mi mancava, lo sognavo spesso. Un giorno ci siamo incontrati per caso alla stazione. È bastato uno sguardo, ci siamo detti a vicenda: “Sapevo che ti avrei rivisto”. Lì ho capito che era lui quello giusto. Ci siamo messi a chiacchierare, siamo usciti a cena e timidamente tra di noi è ricominciata”.

(Continua dopo la foto)

serena-dentrouno

Una rottura “benefica”:  “La paura di soffrire di nuovo è sempre in agguato, ma ho capito che dalle incomprensioni e dalle liti puoi imparare tanto. Noi siamo tornati insieme perché ci siamo resi conto di essere stati sempre innamorati: dalla crisi si esce anche grazie alla lontananza, ti fa capire tante cose”.

(Continua dopo la foto)

serena-fb

Alla notizia della gravidanza lui è impazzito di gioia: Mi ha abbracciato forte. Abbiamo comprato il test insieme, è già un papà molto presente” .

E sul piccolo dice: “Non vedo l’ora di vederlo, sono pronta a ritornare bambina con lui, a giocare e trasmettergli tutto l’entusiasmo per le piccole cose. Spero mi assomigli: Davide è un po’ stonato, io ho iniziato prima a cantare che a parlare”. E poi il matrimonio: “Non abbiamo fretta. ora pensiamo a Diego, mi piacerebbe ci accompagnasse lui all’altare. Sogno nozze da fiaba in cui far commuovere i miei genitori. E poi io Davide lo chiamo già marito”.