mal di stomaco
Gravidanza

Mal di stomaco in gravidanza: quali sono le cause e quali i rimedi

Non è raro che le donne in gravidanza soffrano di mal di stomaco, anzi il mal di stomaco in gravidanza è un disturbo piuttosto diffuso tra le future mamme in dolce attesa, specialmente nell’ultimo trimestre. Il motivo è da ricercarsi nell’aumento dei livelli di progesterone, il cui rilascio è maggiore durante questo periodo e provoca una possibile manifestazione di reflusso gastrico. Una più frequente produzione di tale ormone, infatti, determina uno stato di rilassamento dell’apparato digerente ed una conseguente influenza sulla tenuta del cardias, la valvola che regola la comunicazione tra stomaco ed esofago. In circostanze normali questa valvola, anche detta sfintere esofageo, impedisce al contenuto acido presente all’interno dello stomaco di risalire verso l’esofago, evitando quindi il reflusso. Ma con l’avanzare della gravidanza l’utero aumenta le sue dimensioni, spingendo indietro l’intestino e portando naturalmente in alto lo stomaco. Quest’adattamento fisiologico fa sì che lo stomaco si deformi leggermente e renda ancora meno precisa la chiusura della valvola con il conseguente aumento degli episodi di reflusso gastroesofageo a cui si aggiunge un rallentamento della digestione. Tutto ciò si traduce in un fastidioso bruciore di stomaco che tende ad acuirsi dopo ore di digiuno.

stomaco

Mal di stomaco in gravidanza: i rimedi naturali

Se nei casi più seri è necessario rivolgersi al ginecologo o al medico di base, in situazioni meno gravi si può risolvere tranquillamente il problema partendo dall’alimentazione. Come prima regola è importante mangiare poco e spesso, non saltare mai i cinque pasti previsti e non cenare troppo tardi alla sera, perché andare a dormire con lo stomaco pieno aumenta le probabilità di risalita acida. Sono banditi gli alimenti direttamente correlati al reflusso gastrico o che possono potenzialmente provocare infiammazione: pane, pasta, pizza, dolci, fritti, ma anche alimenti speziati, acidi e acidificanti (come pomodori, agrumi, succhi di frutta, cioccolato, tè, caffè, menta, bevande gassate e zuccherate). Inutile dire che fumo e alcolici sono assolutamente da evitare. Via libera invece a yogurt e ortaggi come broccoli, lattuga e finocchi. Un valido aiuto viene poi dalle tisane a base di valeriana, malva e camomilla, che facilitano il rilassamento e proteggono la mucosa dello stomaco.

tisane

Mal di stomaco in gravidanza: quali accorgimenti seguire

Oltre a seguire una dieta equilibrata, per attenuare il mal di stomaco in gravidanza si possono usare degli accorgimenti semplici ma efficaci quali: indossare indumenti comodi, dormire leggermente inclinate, riposare spesso e passeggiare all’aria aperta. A questi rimedi naturali si aggiungono, infine, i cosiddetti farmaci da banco o se necessario farmaci più specifici. Il tutto, ovviamente, previo consulto del proprio medico.