ananook
Bambino

L’hanno fatta piangere! La piccola, 6 anni appena, girava da sola per strada. Ma anziché aiutarla, la reazione dei passanti la fa scoppiare in lacrime…

Come ci si comporta di fronte a una bimba di 6 anni sola per strada? La risposta è sorprendente: i passanti reagiscono in base al suo aspetto. Nello specifico, la piccola Anano è stata circondata di attenzioni quando era vestita bene, pulita e con ogni probabilità ricca; era invece rimasta “invisibile” se era sporca e vestita di stracci. Questo il risultato dell’esperimento sociale condotto da Unicef a Tblisi in Georgia.

(Continua dopo la foto)

ananodue Anano è stata soccorsa quando era vestita come una piccola signorina per essere invece ignorata non appena ha cambiato i suoi abiti griffati con stracci logori, mostrando i capelli in disordine e il viso sporco. Anzi, l’unica reazione di fronte alla piccola “povera” è stata controllare borsa e portafogli.

(Continua dopo la foto)

ananook

“Perché i bambini dei ricchi sono sempre più belli d’aspetto?”, si chiedeva Don Gallo. E appaiono anche più felici. Il motivo? È facile da immaginare. Con un video durissimo come solo la realtà sa essere, l’Unicef ha voluto mostrare come sia difficile la vita dei minori poveri: circa 167 milioni nel mondo. Protagonista e unica attrice dello spot è Anano. Nelle prime immagini appare ben vestita e curata, la gente si ferma, le chiede se si è persa, le offre del cibo, le sorride. Stessa reazione in un ristorante, dove le danno addirittura dei soldi.

(Continua dopo la foto)

ananouno

La piccola poi viene ‘truccata’ da povera: pantaloni laceri e cappellino calato sul viso sporco. Nessuno si ferma, nessuno le chiede come sta, se si è persa, nel ristorante addirittura la spingono via e chiedono al cameriere di farla uscire tanto che la bimba è scoppiata in lacrime. L’Unicef ha così bloccato l’esperimento sociale che puntava a dimostrare come sia più difficile la vita per i bambini poveri rispetto ai loro coetanei ricchi.