mamma-incinta
Gravidanza

Le mamme di oggi? Stanno molto peggio delle loro madri. Tutta colpa degli altri, dalle amiche al cameriere del ristorante

 

Ci si faceva meno caso: la maternità era un fatto naturale, oggi invece è un fatto sociale, sia perché le donne decidono di fare figli più tardi, intesi come un traguardo quando la carriera o i soldi lo consentono, sia perché se tutti invecchiano e viviamo in una società senza prospettive, i figli sono il futuro a portata di mano. Anche delle nonne, anche delle vicine di casa, dei camerieri nei ristoranti, delle commesse nei negozi: una ricerca dell’università di Cardiff dimostra come essere mamme oggi sia più complesso di esserlo state 30 anni fa. E ci spiega perché

(Continua dopo la foto)

mamma-che-allatta-600

Le mamme oggi sono sottoposte a maggiori pressioni rispetto a un tempo. Che siano ancora in attesa di partorire o l’abbiano fatto da poco, si sentono gli occhi di tutti puntati addosso e per questo si stressano, con la conseguenza che anche il loro piccolo vive meno sereno. L’Università di Cardiff ha preso in esame l’esperienza di un campione di future e neomamme, mettendola a confronto con quella delle loro madri. Le risposte agli stessi quesiti sono state nettamente diverse, al punto da far stabilire agli esperti che le donne fino a trent’anni fa, erano decisamente meno in ansia per via delle aspettative altrui, di quanto non lo siano oggi. Ecco qualche esempio:

donna-incinta-con-amiche

donna-incinta3

1.quando si allatta, certo, non ci si deve abbandonare a libagioni, ma le mamme sono le prime a saperlo e non hanno bisogno di agenti esterni che glielo ricordino, facendole sentire nel mirino;

2. spesso le mamme si sentono sotto processo quando si devono fermare per allattare in pubblico;

3. ma se l’allattamento in pubblico è oggetto di disapprovazione, il biberon addirittura di riprovazione, perché si è fatta una scelta egoistica che priva il bambino del prezioso latte materno;

4. mangia-cresce? Si chiede spesso alla mamma. E non è motivo di stress giustificare se mangia se assimila, se soffre invece di reflusso e non cresce abbastanza?

5. la cosa più odiosa? Quando qualcuno ti tocca la pancia, come se fosse un patrimonio di tutti. Se va benissimo che il futuro padre o i genitori della futura mamma cerchino il contatto con la pancia, questo comportamento risulta sgradevole quando arriva da persone meno legate, come la signora del terzo piano con l’aria da maestrina noiosa;

6. può accadere che il cameriere selezioni a priori i piatti non adatti a una donna gravida, avanzando contestazioni quando ordinano piatti con alimenti crudi o non adatti e consigliando loro delle alternative migliori. Una pressione da parte di un estraneo davvero faticosa da digerire.