I6P0201-photosize-
Storie di vita

Jacob Barnett: i medici lo davano per spacciato. Ha 16 anni ed è più intelligente di Einstein!

Jacob-Barnett-1024x681

Si tratta di un bambino prodigio americano di 16 anni, iscritto alla Purdue University di Indianapolis da quattro anni. Tra poco otterrà il dottorato di ricerca in fisica quantistica.

Un futuro luminoso per questo bambino prodigio, un’intelligenza definita da molti molto più elevata di quello dello stesso Albert Einstein. Pensate che a soli 3 anni conosceva perfettamente le leggi dell’orbita planetaria e sapeva spiegarla. Un anno dopo memorizzò già la cartina geografica dell’America.

I6P0201-photosize-

Un genio, è il pensiero comune. Eppure secondo i medici Jacob Barnett sarebbe dovuto nascere con non pochi problemi. Il ragazzo è nato con la sindrome di Asperger, un leggero autismo che avrebbe dovuto portarlo ad avere diversi problemi.

La sindrome di Asperger (SA) è un disturbo pervasivo dello sviluppo, la cui eziologia è ignota. In effetti coloro che solitamente sono affetti da questa sindrome presentano diversi problemi, proprio come era stato detto ai coniugi Barnett.

Era stato detto ai genitori che Jacob avrebbe avuto difficoltà a camminare, ad apprendere e coordinare i movimenti. Molto probabilmente avrebbe avuto costantemente bisogno di assistenza. Con molte probabilità le difficoltà sarebbero sorte anche a livello sociale, perché non sarebbe stato facile per lui fare nuove amicizie.

Chi è affetto da questa sindrome ha comportamenti ripetitivi, spesso stereotipati. Queste persone dimostrano di avere pochi interessi nella vita. A livello linguistico e cognitivo tuttavia non vi sono ritardi significativi. Altre caratteristiche della SA sono: fobia sociale, depressione e disturbo ossessivo-compulsivo.

Aug 22, 2013 - Jacob Barnett; Perimeter Institute; Paul Wells story.

Chiaramente i medici si sbagliavano, perché oggi Jacob Barnett è uno dei ragazzi più intelligenti al mondo. A soli 16 anni sta per ottenere il dottorato di ricerca in fisica quantistica ed ha un Q.I di 170, superiore anche a quello di Einstein. Sarà un caso se i mass media hanno soprannominato il giovane Barnett “il novo Albert Einstein”?

Jacob ha dimostrato dalla primissima infanzia di aveva una viva immaginazione e un’intelligenza chiaramente fuori dal comune. Nessuna difficoltà nell’apprendere e interessi e aspirazioni ben superiori a quelle di ogni altro ragazzo.

Pensate che a oggi, quasi alla fine del suo studio universitario, quando non ha niente da fare aiuta i compagni offrendo loro ripetizioni. è già autore di diversi libri e non ha alcun problema a risolvere calcoli di trigonometria, algebra e geometria tra i più difficili, di quelli che mettono in difficoltà anche i professori.

Il ragazzo adesso sta lavorando su un nuovo progetto, una versione nuova ed estesa della teoria della relatività.

L’8 novembre Jacob Barnett si è recato in Vaticano, nella Pontificia Università Urbaniana, per ricevere il suo premio internazionale “Giuseppe Sciacca”. È stato lui il vincitore assoluto, proprio grazie al suo pretenzioso progetto della teoria della relatività di Einstein.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *